menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'ex giocatore dell'Enel Dyson pestato brutalmente all'esterno di una discoteca

Esperienza da incubo per l’ex giocatore della New Basket Brindisi Jerome Dyson. Il cestista statunitense, in forza da settembre alla Manital Torino, è stato brutalmente aggredito all’esterno di una nota discoteca del capoluogo piemontese insieme al compagno di squadra, anche lui statunitense, Ian Miller. L’episodio si è verificato la notte fra martedì 5 e mercoledì 6 gennaio

TORINO – Esperienza da incubo per l’ex giocatore della New Basket Brindisi Jerome Dyson. Il cestista statunitense, in forza da settembre alla Manital Torino, è stato brutalmente aggredito all’esterno di una nota discoteca del capoluogo piemontese insieme al compagno di squadra, anche lui statunitense, Ian Miller. L’episodio si è verificato la notte fra martedì 5 e mercoledì 6 gennaio.

Entrambi hanno riportato forti contusioni ed ematomi su tutto il corpo. Dyson ha addirittura perso i sensi. Miller ha saltato l'allenamento di ripresa dell'attività programmato ieri, mentre Dyson, che ha subito le conseguenze maggiori, èrisultato irraggiungibile fino a questa mattina, scosso e fisicamente provato dall'incidente. 

I due atleti avevano trascorso la serata in discoteca usufruendo del periodo di libertà concesso dalla società per la pausa del campionato di serie A. Tra i possibili moventi dell'aggressione, sembrano esclusi quelli a sfondo razziale o per motivi di tifo.

Dyson aveva vestito la maglia dell’Enel Basket Brindisi nella stagione 2013/14, realizzando 552 punti in 32 partite. Lo scorso 23 dicembre era tornato da avversario al PalaPentassuglia, accolto dagli applausi del pubblico brindisino. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento