rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Sport

Enel Basket: c'è chi va via, ma anche chi è pronto a rimpiazzarli a breve

Ci sarebbero nuovi soci pronti ad entrare a far parte della società New Basket Brindisi. La notizia corre già da qualche giorno sui blog e fra i tifosi, mentre in società si affrettano a togliere il condizionale e a non smentire la voce

BRINDISI - Ci sarebbero nuovi soci pronti ad entrare a far parte della società New Basket Brindisi. La notizia corre già da qualche giorno sui blog e fra i tifosi, mentre in società si affrettano a togliere il condizionale e a non smentire la voce, preferendo attendere la definizione di ogni trattativa in corso, prima di fare nomi e dare conferma ufficiale. La linea tenuta dal presidente Nando Marino e dagli altri soci è quella stabilita nella recente conferenza stampa, di non rispondere ai comunicati stampa con altri comunicati ed attendere il responso dell’assemblea dei soci, per cui permane sovrano il silenzio assoluto, il “no comment”, e vige il principio già consolidato del “grazie a tutti e parliamo di basket”.

Si conferma, tuttavia, che con molta probabilità entro la fine del mese di novembre la stessa New Basket Brindisi potrebbe ufficializzare il potenziamento della compagine societaria, oltre ad aver già avuto garanzia di un considerevole rinnovo contrattuale con il “main sponsor” Enel, il colosso dell’energia che garantisce ed assicura continuità al fenomeno basket, ad avere avuto assicurazione del contributo stanziato dalla Regione Puglia per le squadre che danno lustro alla Regione a livello nazionale, e potendo contare sul  sostegno consolidato  del gruppo di professionisti ed imprenditori che fanno parte del progetto “Brindisi vola a canestro”.

Ora si dice esplicitamente  che le quote di Massimo Ferrarese (12%) e quelle di minor rilevanza numerica del 3% possedute da Giuseppe Vetrugno (la rimanente parte delle quote sono per il 55% in capo a Nando Marino e le altre distribuite fra Carparelli, Marinò e De Nitto)  potrebbero essere rilevati a breve scadenza da nuovi soci, mentre sono in corso da tempo trattative con aziende del Centro Nord che dovrebbero assicurare nuovi contratti di sponsorizzazione, attratti dalla crescente considerazione e dall’apprezzamento che la squadra di coach Bucchi si sta guadagnando sul campo con  risultati di rilievo nazionale ed in vista degli impegni europei di EuroChallenge.

Considerata la singolare esigenza di emettere comunicati stampa per informare e rivelare le motivazioni della rinuncia alla partecipazione azionaria della società, tuttavia, sarebbe anche opportuno ed utile riferire con chiarezza, se oltre ai manifestati e generici problemi di incomprensioni di carattere comportamentale ci siano alla base ulteriori difficoltà e contrarietà di altro tipo, ad esempio legati ad assetti societari di carattere finanziario e gestionale.

Tanto anche in omaggio a quella “visibilità” da molti pretesa e mai garantita, invece, nei confronti di un altro “socio”, quello che propone la propria unica “visibilità” esclusivamente sulle gradinate e sul parterre del PalaPentassuglia, che contribuisce in modo spontaneo e senza riserve alla vita societaria e che si chiama “tifoso abbonato”. Respect, please!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enel Basket: c'è chi va via, ma anche chi è pronto a rimpiazzarli a breve

BrindisiReport è in caricamento