rotate-mobile
Sport

Perdichizzi raffredda le polemiche interne, ma a Teramo bisogna vincere

BRINDISI - Parlare della partita di Teramo come di un’ ultima spiaggia è sicuramente esagerato. Ciò non toglie che l’incontro in casa abruzzese sia fondamentale per far sì che i brindisini non perdano ulteriore terreno in classifica. Molte polemiche nella settimana che ha preceduto il Natale e accenni di spaccatura fra il coach Perdichizzi , i giocatori e la società. Ma nell’ultima conferenza stampa è proprio “lo sceriffo” che stempera le polemiche e parla di un chiarimento con squadra e staff.

BRINDISI - Parlare della partita di Teramo come di un? ultima spiaggia è sicuramente esagerato. Ciò non toglie che l?incontro in casa abruzzese sia fondamentale per far sì che i brindisini non perdano ulteriore terreno in classifica. Molte polemiche nella settimana che ha preceduto il Natale e accenni di spaccatura fra il coach Perdichizzi , i giocatori e la società. Ma nell?ultima conferenza stampa è proprio ?lo sceriffo? che stempera le polemiche e parla di un chiarimento con squadra e staff.

?Non è un bel periodo per noi, ma non dimentichiamo che questa, per partenze ed infortuni, non è la squadra costruita in estate. Siamo coscienti che la strada non sarà facile, ma anche per fugare ogni dubbio sul mio pensiero sui giocatori, ognuno di loro in allenamento lavora seriamente e dà sempre il massimo. Avere una rosa di dieci elementi competitivi sicuramente aiuta di più, ma si cerca di compensare con un impegno maggiore da parte di tutti. Ho incontrato anche lo staff societario e dopo un confronto sincero, è venuta fuori la determinazione a viaggiare tutti nella stessa direzione cercando di essere compatti per dare maggiore forza e solidità alla squadra?.

Sull?incontro di Teramo Perdichizzi è cosciente che sarà una partita molto dura: ?Sappiamo che a Teramo non potremo avere distrazioni. In settimana abbiamo lavorato intensamente recuperando Tourè e anche Roberson, dopo il rinnovo per un altro mese del contratto, farà parte della squadra?. Anche la Tercas non naviga nell?oro (quattro punti in classifica come i brindisini), ma l?ultimo incontro vinto a Varese ha sicuramente dato una sferzata di ottimismo a tutto l?ambiente e da coach Ramagli un solo pensiero sulla partita contro l?Enel: ?L?imperativo categorico è vincere?.

Per rafforzare la convinzione di potersi salvare , in questi giorni è stato ingaggiato lo spagnolo Rodrigo Della Fuente, ala piccola con un curriculum di tutto rispetto fra campionati spagnoli vinti e medaglie conquistate con la nazionale. L?iberico prende il posto dello statunitense Blake Ahearn tornato negli Stati Uniti. I punti di forza dei teramani sono il play serbo Zorosky che viaggia con una medie di 17 punti e 4.3 assist a partita, l?ala statunitense Josh Davis e il centro Kevin Fletcher. Fra gli italiani Giorgio Boscagin ed il giovane talento ( classe 1990 ) Roberto Rullo.

Domani al Palascarpiano di Teramo quindi ?battaglia? assicurata per la conquista di questi due pesantissimi punti da aggiungere alla classifica. Spettacolo di colori previsto anche su gli spalti per la presenza di molti brindisini che raggiungeranno la città abruzzese. L?inizio della partita sarà alle ore 20.30.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perdichizzi raffredda le polemiche interne, ma a Teramo bisogna vincere

BrindisiReport è in caricamento