menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecco Mesicek: "Brindisi è la squadra giusta per crescere, mi ispiro ad Harden"

Prime parole da giocatore biancazzurro del talentuoso atleta sloveno: "Giocare nel campionato italiano svilupperà le mie qualità e mi renderà un giocatore migliore”

BRINDISI – Sguardo timido, faccia da bravo ragazzo, poche parole, ma chiare: il talentuoso atleta sloveno Blaz Mesicek, astro nascente del basket europeo, ha pronunciato oggi pomeriggio (22 dicembre) le sue prime parole da giocatore dell’Enel Basket Brindisi. Il 19enne originario di Lubiana è stato presentato dal general manager Alessandro Giuliani, il quale rimarca che Mesicek non è stato ingaggiato solo per colmare il vuoto lasciato dagli infortuni di Donzelli e Joseph.

“Contiamo su di lui – dichiara Giuliani – anche per i prossimi anni.  Nonostante i suoi 19 anni pensiamo possa darci una mano fin da subito viste le importanti qualità che possiede e il minutaggio che aveva all’Olimpia Lubiana, dove ha giocato anche in Eurocup. Abbiamo colto subito questa opportunità, bloccando dapprima le trattative e poi lavorando sotto traccia”. 

“La sua ferrea volontà di venire a Brindisi – prosegue Giuliani - ha fatto la differenza, stupendo molti addetti ai lavori europei e americani che conoscono bene il suo valore.  Un sito specializzato americano infatti lo colloca al secondo giro Nel prossimo draft NBA e già due anni fa Blaz fu molto vicino a importanti squadre italiane e di Eurolega.  E’ un giocatore che ha punti nelle mani e sa creare dal palleggio, più propenso a giocare nello spot di guardia”.

IMG_1154-2

Mesicek spiega di aver scelto Brindisi, fra le tante società che avevano manifestato interesse nei suoi confronti, “per crescere e migliorare, pronto a fornire subito alla squadra il mio contributo. Giocare nel campionato italiano svilupperà le mie qualità e mi renderà un giocatore migliore”. “Mi sono informato – afferma Mesicek - prima di approdare qui visionando alcune partite, in particolare l’ultima a Milano, e ho potuto già osservare dai filmati il calore del pubblico”.

Mesicek ha spiegato di ispirarsi "a campioni del calibro di James Harden, come me mancino, mentre in ambito europeo ammiro molto Bogdan Bogdanovic e Milos Teodosic”. Ieri sera, in occasione della cena di Natale con i giocatori e lo staff societario, i rappresentanti degli sponsor e i soci dell'Associazione 'Brindisi Vola a Canestro' che si è svolta nella splendida cornice di Verdalia, lo sloveno ha subito preso confidenza con il cibo italiano, “che già amo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento