rotate-mobile
Sport

Rastelli richiama in rosa anche Mortelliti, pronto per la trasferta a Roma

BRINDISI – Ed anche Mortelliti rientra nei ranghi. Il forte giocatore, soprannominato “il Cobra”, mandato in esilio soprattutto da una scelta dell’ex allenatore Florimbj, è stato voluto da Massimo Rastelli, chiamato a guidare i biancazzurri. Quella di domenica, contro il Pomezia (si gioca alle 15 nello stadio Flaminio di Roma), è la prima partita di Rastelli. Il tecnico, che dovrà fare a meno di Cejas, non recuperato dall’infortunio, di Taurino (sarà disponibile per la prossima gara) e di Moscelli squalificato, ha promosso dalla Berretti in prima squadra il giovanissimo attaccante Faccini e, come si è detto, ha reintegrato Mortelliti.

BRINDISI - Ed anche Mortelliti rientra nei ranghi. Il forte giocatore, soprannominato "il Cobra", mandato in esilio soprattutto da una scelta dell'ex allenatore Florimbj, è stato voluto da Massimo Rastelli, chiamato a guidare i biancazzurri. Quella di domenica, contro il Pomezia (si gioca alle 15 nello stadio Flaminio di Roma), è la prima partita di Rastelli. Il tecnico, che dovrà fare a meno di Cejas, non recuperato dall'infortunio, di Taurino (sarà disponibile per la prossima gara) e di Moscelli squalificato, ha promosso dalla Berretti in prima squadra il giovanissimo attaccante Faccini e, come si è detto, ha reintegrato Mortelliti.

Nelle scorse ore "il Cobra" si è incontrato con il presidente Galigani e, a quanto pare, hanno raggiunto una intesa anche sul piano economico. Galigani si sarebbe incontrato anche con Minopoli, altro giocatore sul libro paga del Brindisi, che si allena regolarmente con la squadra, ma fuori rosa. Si dice che Rastelli abbia chiesto al presidente anche il suo reintegro. Praticamente con il reintegro anche di Minopoli e con Trinchera che è entrato a far parte dello staff tecnico, si dovrebbe chiudere la vicenda dei giocatori che avevano contratto biennale con la precedente proprietà. Sono stati già da tempo inseriti in prima squadra Taurino, Pizzolla, Moscelli, Alessandrì, Battisti. E di recente Montella e ora anche Mortelliti.

Come si è detto Rastelli per questi difficile trasferta dovrà fare a meno di tre titolari importanti. Ma con il rientro di Montella e Mortelliti, una parte dei problemi dovrebbe averli risolti. Certo, peserà l'assenza in mezzo al campo di Cejas che avrebbe dovuto far coppia con Battisti (e che coppia!). Per questa gara il tecnico ha convocato ventitré giocatori: Marconato, Prisco, Lispi, La Rosa, Montella, Pisa, Coduti, Fruci, Battisti, Pizzolla, Manoni, Gelfusa, Cerbone, Pupino, Piro, Matarazzo, Mortelliti, Alese, Maiorino, Ceccarelli, Faccini, Alessandrì. La squadra è partita nel pomeriggio per Roma. Domani mattina farà la rifinitura in uno stadio della capitale e domenica sarà pronta per tornare alla vittoria.

La gara. Come si è detto, si gioca al Flaminio. Il Comunale di Pomezia non ha ancora avuto il nulla osta della Commissione di vigilanza. "Siamo tutti piuttosto amareggiati per il fatto che dobbiamo andare a giocare nuovamente al Flaminio - commenta il direttore sportivo Andrea Bussi - . Ci dispiace moltissimo per i nostri tifosi, i quali da alcune settimane ormai ci avevano fatto la bocca per l'utilizzo del Comunale a partire dalla gara con il Brindisi". Ed a proposito del Brindisi dice: "Riceviamo la visita di una squadra che ha una grande voglia di riscatto, ma l'ottimo pareggio conseguito con il Latina, neocapolista del girone, ci ha permesso di acquisire una maggior fiducia nei nostri mezzi. Contro l'undici di Sanderra abbiamo tenuto molto bene il campo. Sicuramente faremo lo stesso contro il Brindisi". La gara sarà diretta da Daniele Ceccarelli di Terni. Primo assistente Luigi Surano di Nocera Inferiore, secondo assistente Paolo Di Lascio di Salerno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rastelli richiama in rosa anche Mortelliti, pronto per la trasferta a Roma

BrindisiReport è in caricamento