Emergenza Covid: variazione di bilancio per lo sport dilettantistico

Stanziati dalla giunta regionale pugliese anche 2 milioni per l'impiantistica sportiva privata

A seguito dell’emergenza sanitaria Covid 19, la giunta regionale ha deciso di operare una variazione al bilancio per finanziare l’Avviso pubblico “Pugliasport2020” per sostenere  le associazioni e le società sportive dilettantistiche, riconosciute dal Coni oppure dal Cip presenti sul territorio regionale.

Ciò perché la crisi economica determinata dall’emergenza Covid non determini la chiusura  della miriade di realtà associative che popolano il mondo dello sport pugliese e che hanno contribuito nell’ultimo decennio a diffondere nella collettività una maggiore consapevolezza del legame indissolubile esistente tra pratica sportiva, attività fisico‐motoria, salute e benessere psico-fisico.

Il provvedimento integrale sarà pubblicato sul sito istituzionale www.regione.puglia.it . Inoltre, la giunta regionale ha incrementato la dotazione finanziaria dell’Avviso pubblico per il finanziamento di interventi volti al potenziamento del patrimonio impiantistico sportivo dei soggetti privati, stanziando la complessiva somma di 2 milioni di euro.

Sempre con la medesima delibera, la giunta  ha previsto uno “stanziamento volto all’avvio della collaborazione con l’Agenzia strategica per lo sviluppo ecosostenibile – Asset  - volta al potenziamento di figure professionali idonee a dare supporto al Coni per il rilascio di pareri in linea tecnico –sportivo relative ai Bandi e Avvisi della Sezione, per complessivi 30mila euro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento