Poker del Milan a Lecce: rossoneri attesi in aeroporto da decine di tifosi

Con lo striscione del Milan Club Brindisi bene in vista, i supporters hanno tributato cori e applausi alla squadra di mister Pioli. Paolo Maldini il più osannato

BRINDISI - Decine di tifosi del Milan hanno atteso ieri sera (lunedì 22 giugno), all'esterno dell'aeroporto di Brindisi, la squadra di mister Pioli, di ritorno dal poker rifilato al Lecce al Via del Mare. Preceduti da uno striscione del Milan Club Brindisi, i supporters, fra i quali tanti bambini, hanno fatto partire i cori di rito al momento dell'arrivo dei pullman che trasportavano i giocatori, lo staff tecnico e la dirigenza.

Tutti, nel rispetto delle norme anti covid, indossavano le mascherine. In una cornice di sicurezza garantita dagli agenti della Polizia di Frontiera e della Digos, è stata tributata un'ovazione a tutti i rossoneri. Nessun tesserato, come previsto dai rigorosi protocolli di sicurezza, ha potuto fermarsi per firmare autografi o stringere mani. Il direttore sportivo Paolo Maldini si è intrattenuto qualche istante in più, salutando i tifosi con un cenno del braccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta terminata la "passerella", alcuni tifosi si sono trattenuti più a lungo per salutare anche Kahan Çalhanoğlu, arrivato con più di mezzora di ritardo rispetto al resto del team, a causa delle lungaggini borocratiche del controllo anti doping. Il centrocampista turco ha posato, velocemente, per una foto. Poi, tutti a casa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva smarrito la bici e scritto un biglietto per ritrovarla: la polizia gliene regala una nuova

  • La spiaggia libera? E' mia, e me la gestisco io

  • Furti d'auto in trasferta: identificati e arrestati due brindisini

  • Dal cantiere alle campagne: arrestati i vertici dell'Anonima rifiuti

  • Era senza, gli prestano mascherina. Il capotreno lo fa scendere

  • Cellino San Marco. Una nuova tenda pneumatica per la Croce Rossa di Puglia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento