Lunedì, 15 Luglio 2024

Giovani Confcommercio, Plastic Free e turisti in azione a Torre Guaceto: rimossi 300 kg di rifiuti

Una virtuosa esperienza che ha l’obiettivo di sensibilizzare il territorio e il tessuto imprenditoriale verso uno stile di vita più sostenibile e attento all’ambiente

TORRE GUACETO - Si è conclusa nel primo pomeriggio di sabato 29 Luglio la prima passeggiata ecologica organizzata dai giovani imprenditori Confcommercio Brindisi in collaborazione con Plastic Free Puglia. Una virtuosa esperienza che ha l’obiettivo di sensibilizzare il territorio e il tessuto imprenditoriale verso uno stile di vita più sostenibile e attento all’ambiente, e che auspica di avere presto, attraverso azioni ed esperienze sempre più concrete, norme e decisioni politiche che possano in maniera pratica sostenere un futuro in cui limitare i rifiuti dispersi nell’ambiente. 

L'impatto dell'inquinamento da plastica è devastante, non solo sull’ambiente ma anche su tutti gli esseri viventi, nessuno escluso. Ogni anno infatti una persona ingerisce secondo le stime circa 200.000 particelle di micro plastica, contenute nel cibo che mangiamo, capaci di causare danni a carico del sistema endocrino, della sfera riproduttiva e del metabolismo.

“Una vera e propria impresa per celebrare l’amore verso questa bellissima Terra e contrastare l’inquinamento da plastica. Una risposta eccezionale da parte del territorio che ha superato ogni nostra più rosea aspettativa - dicono i giovani imprenditori Confcommercio Brindisi - un numero elevatissimo di volontari, oltre ottanta, provenienti da diversi comuni, a cui si sono aggiunti con grande entusiasmo anche turisti fortemente sensibili al tema, che ci ha permesso di raggiungere un risultato eccezionale. La splendida Riserva Naturale di Torre Guaceto è stata liberata da 300 kg di plastica e rifiuti vari dagli operosi “Eroi in maglia blu”, grande collaborazione è stata offerta anche da un gruppo di bambine e bambine pronti e laboriosi sin dalla primissima mattina". 

"Tenevamo fortemente che l'attività promossa dai noi giovani imprenditori Confcommercio fosse organizzata nell'ambito Cets, la Carta eropea per il turismo sostenibile di Torre Guaceto, con l'obiettivo di lavorare in rete affinché il modello di sostenibilità portato avanti dall'area protetta della Riserva Naturale possa fungere da ispirazione a tutto il territorio di pertinenza di cui fanno parte i comuni di Mesagne, Brindisi, Carovigno e San Vito dei Normanni. Confidiamo che sempre più imprese locali sposino la causa della sostenibilità e adottino uno stile di impresa Green Oriented teso a contribuire alla nascita di una nuova cultura più ecosostenibile e consapevole". 

Come Gruppo Giovani Imprenditori Confcommercio Brindisi teniamo particolarmente a ringraziare Luigi Antelmi - concludono - il nostro referente di zona Plastic Free Brindisi che ci ha affiancati senza sosta, in tutte queste settimane di organizzazione, con grandissima passione e dedizione verso la causa, supportandoci  e soprattutto, sopportandoci. Grazie a Luigi siamo fieri di poter annunciare pubblicamente e ufficialmente che la nostra Vicepresidente Federica Rosato entra a far parte della grande famiglia Plastic Free, divenendo referente di zona per il comune di Mesagne.”

A seguito della passeggiata ecologica il gruppo di volontari si è diretto verso il Centro di Recupero Tartarughe Marine per visitare gli esemplari recuperati in mare che ogni anno continuano senza sosta a essere vittime inconsapevoli dell’inquinamento da plastica e delle attrezzatura da pesca. Qui sono stati raggiunti dal Professor Rocky Malatesta, Presidente di Torre Guaceto e Vicepresidente Federparchi che ha porto i suoi saluti al numeroso gruppo, complimentatosi per la grande partecipazione e approfittandone per sensibilizzare ulteriormente sull’importanza delle azioni pratiche che devono partire da ogni singolo individuo. “Bisogna avere la consapevolezza che queste azioni hanno un valore - spiega il presidente di Torre Guaceto Rocky Malatesta - spingiamo tantissimo sull’educazione non solo alla tutela dell’ambiente ma su uno stile di vita differente, facciamo un utilizzo della plastica nella nostra quotidianità spropositato, di cui purtroppo siamo invasi, abbiamo il dovere nel nostro piccolo di dare il nostro contributo.”

Video popolari

BrindisiReport è in caricamento