Carovigno, imprenditore dona buoni spesa da 30 euro per persone in difficoltà

D’intesa con l’Amministrazione Comunale, con i servizi sociali comunali, con la Caritas e con le tre parrocchie cittadine, ha messo a disposizione 200 buoni

CAROVIGNO - Uno dei drammi rappresentati dall’emergenza generata dalla pandemia da covid-19 è lo stato di grave difficoltà che vivono tantissime persone a cui è venuta a mancare anche la minima possibilità di provvedere ai bisogni primari della famiglia. Ecco perché assume una grande importanza il bel gesto compiuto a Carovigno dal sig. Vito Sacco, titolare dell’azienda “EcolServizi”.

D’intesa con l’Amministrazione Comunale, con i servizi sociali comunali, con la Caritas e con le tre parrocchie cittadine, ha messo a disposizione 200 buoni-spesa che saranno consegnati alle famiglie più bisognose di Carovigno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La EcolServizi avrebbe tranquillamente evitato di dare notizia di questo gesto di generosità, ma è chiaro che si spera che ci siano altri imprenditori pronti a sostenere i bisogni delle fasce più deboli, facendo crescere la solidarietà all’interno della comunità cittadina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Spaventoso scontro fra due auto in Emilia: grave un giovane brindisino

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Quattro nuovi casi in Puglia, uno in provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento