Mesagne, informazioni sui servizi di assistenza alle persone con disabilità

Nello specifico, sono stati sospesi i servizi alla persona, i servizi di assistenza domiciliare e le attività dei centri socio-educativi e riabilitativi

MESAGNE - Il Dpcm dello scorso 11 marzo ha introdotto misure restrittive in ragione dell’emergenza sanitaria in corso, al fine di contenere la diffusione del virus covid-19. Nello specifico, sono stati sospesi i servizi alla persona, i servizi di assistenza domiciliare e le attività dei centri socio-educativi e riabilitativi.

Alla luce di tale provvedimenti vi sono stati conseguenti disposizioni regionali, emanate in data 11 e 12 marzo, che così si sintetizzano: È stata sospesa fino al 3 aprile l’attività di tutti i centri diurni e semi residenziali per anziani, disabili, minori, psichiatrici sull’intero territorio regionale.

Fino al 3 aprile è sospesa l’attività di assistenza domiciliare integrata, fatte salve le situazioni di soggetti gravi e dei malati oncologici, quelle che richiedono interventi indifferibili. In tali casi l’assistenza è assicurata previo pre-triage telefonico e disponibilità dei Dpi (dispositivi di protezione individuale) in dotazione degli operatori per garantirne la sicurezza. L’ambito territoriale Br 4 di Mesagne, in accordo col distretto sanitario, sta assicurando tali tipologie di interventi.

Anziani

Fino ad oggi, mercoledì 25 marzo salvo proroga, è sospesa l’assistenza Sad (servizio anziani e disabili) tranne per i casi privi di sostegno familiare. Anche in questi casi, l’Ambito territoriale Br 4 sta assicurando il servizio alle persone anziane e disabili prive di sostegno familiare; a questo si aggiunge, come è noto, l’opera meritoria del servizio di volontariato organizzato dai Servizi sociali che provvedono all’approvvigionamento di beni di prima necessità e medicinali.

Persone con disabilità

Con riferimento ai bambini/ragazzi con diagnosi di Disturbo dello Spettro autistico,  che per ragioni connesse al disturbo in oggetto necessitano di deroghe alle limitazioni agli spostamenti dal proprio domicilio, si precisa che è possibile richiedere alla competente autorità sanitaria di riferimento - Cat, Centro autismo territoriale di Brindisi - apposito certificato che attesti lo “stato di necessità” (o salute) “per le uscite brevi dal domicilio per le persone con Asd certificate come livello di gravità 2 e 3 secondo il Dsm V” da produrre insieme all’autocertificazione e con il quale si autorizzano gli spostamenti nel rispetto delle norme di sicurezza dettate dal Dpcm.  La richiesta di rilascio del certificato al Cat potrà essere inviata all’indirizzo mail centroautismo@asl.brindisi.it.

Per le diagnosi non rientranti tra i disturbi dello spettro autistico, ma che giustificano le stesse esigenze di deroga alle norme dettate in tema di spostamenti, occorrerà rivolgersi sempre alle autorità sanitarie di riferimento competenti per territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per ulteriori informazioni sui servizi attivi, si possono contattare i Servizi sociali comunali allo 0831/776065 interno 3 e consultare il sito istituzionale del Comune di Mesagne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

  • Scu, si è suicidato il pentito Sandro Campana: accusò il fratello Francesco

Torna su
BrindisiReport è in caricamento