Colto da malore nelle campagne: pensionato ritrovato privo di vita

Si tratta di un 72enne già colto da malore un anno fa. I familiari hanno trovato l'auto sul fondo agricolo. Intervenuti i carabinieri

ORIA – E’ stato colto da malore, mentre si trovava nelle campagne. Nonostante i tentativi di rianimazione, non c’è stato nulla da fare per un 72enne residente nel Tarantino che intorno alle ore 19.45 di oggi (venerdì 18 ottobre) è stato trovato privo di sensi in contrada San Cosimo, nell’agro di Oria. I familiari avevano attivato le ricerche, preoccupati perchè non riuscivano a mettersi in contatto con il congiunto, uscito nel pomeriggio a bordo della sua auto, per raggiungere un fondo agricolo di sua proprietà. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli stessi parenti si sono recati sul posto e hanno individuato l’auto del pensionato. A quel punto hanno chiesto l’intervento dei carabinieri. Sul posto, oltre a una pattuglia della locale stazione dell’Arma, si è recato anche il personale del 118. L’uomo aveva già avuto un infarto lo scorso anno. La salma è stata restituita ai familiari, su disposizione del pm di turno del tribunale di Brindisi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Tenta rapina in rivendita di pane, il titolare reagisce e lei fugge: denunciata

  • San Vito dei Normanni. Carabiniere fuori servizio blocca corsa clandestina, due giovani denunciati

Torna su
BrindisiReport è in caricamento