Fibra ottica in Centro: divieti di sosta e fermata sino al 7 dicembre

Ordinanza in vigore dalle 7,30 alle 18 in diverse strade, da via Bastioni Carlo V a Corso Roma

BRINDISI – La fibra ottica di Open Fiber spa arriva in Centro, a Brindisi, assieme alla promessa di navigare in rete sino a un Gigabit al secondo, nelle abitazioni e negli uffici. I lavori sono iniziati lo scorso 15 novembre e termineranno il prossimo 7 dicembre: nello stesso periodo di tempo, lungo le strade in cui saranno realizzati gli scavi, il Comune ha istituito i divieti di sosta e fermata.

L’ordinanza

L’ordinanza, firmata dal comandante della Polizia locale Antonio Orefice, riguarda la fascia oraria che va dalle 7,30 sino alle 18 e si riferisce alle seguenti strade, sino alla vigilia dell’Immacolata: via Bastioni Carlo V, dal civico 4 sino a via De Gasperi; da via Bastioni Carlo V sino a Corso Roma;  via Indipendenza; da via Trani sino a via Benedetto Marzolla, civico 25 e civico 37; corso Roma dal civico 117 sino al 29; via Marzolla civici 17, 18, 45; via Cesare Braico, partendo da via Bari civico 64 fino al civico 53; via Bari sino a via Papa Giovanni XXIII; corso Roma dal civico 116 al 108.

Divieto di sosta e fermata anche in via Saponea, partendo da via Braico e sino a corso Roma 57; via Alfredo Cappellini dall’angolo di via Conserva sino al civico 94; via Cappellini dall’angolo di via Conserva sino al civico 5; via Cavour; vico De Palmieri sino al civico 6; vico De Palmieri sino al civico 80; via Gallipoli, da via Saponea 16, fino al civico 37; via Conserva dal civico 50 sino a via Lata 1; via Conserva da via Port Lecce 1 sino a va Saponea 1. E ancora in via Conserva da corso Roma sino al civico 29; via Conserva da Corso Roma sino al civico 29; via Conserva sino al civico 2; vico Martinez sino al civico 65 e vico De Palmieri sino al civico 6.

“I veicoli trovati in sosta saranno rimossi”, si legge nel testo dell’ordinanza firmata per consentire l’esecuzione dei lavori, secondo il cronoprogramma che Open Fiber ha comunicato all’Amministrazione cittadina l’11 novembre.

La richiesta di istituzione dei divieti di sosta e fermata è stata presentata dalla stessa Open Fiber per conto dell’impresa Ceit spa, con sede a San Giovanni Teatino, in provincia di Chieti, alla quale sono stati affidati i lavori.

L’investimento

La rete a banda ultra larga di Open Fiber, ad oggi “è disponibile all’interno di circa 28mila unità immobiliari della città pugliese”. Al momento “risultano coperti i quartieri Santa Chiara, Sant’Angelo, Sant’Elia e una porzione del rione Cappuccini".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 Per la realizzazione della rete Open Fiber sta investendo a Brindisi dieci milioni di euro: il piano dell’azienda prevede la copertura in fibra di circa l’80 per cento delle unità immobiliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Altri sette casi positivi nel Brindisino sui 10 registrati in Puglia

  • Altri sei contagi e due morti nel Brindisino. Dati in calo nel resto della Puglia

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Benzinai rapinati all'alba: in azione banditi armati di pistola e accetta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento