Messaggi su Facebook, lite in famiglia sulla spiaggia: cinque denunce

Due donne aggredite sulla litoranea Nord da componenti dello stesso nucleo familiare: costrette a ricorrere al pronto soccorso

BRINDISI - Prima i post sul social network Facebook, poi la lite al mare e l'aggressione. Tutto in ambito in ambito familiare. Risultato: due donne sono finite al pronto soccorso dell'ospedale di Brindisi, in cinque sono stati denunciati per lesioni personale aggravate dai futili motivi.

La lite per futili motivi

E' successo nella mattinata di ieri. I carabinieri sono intervenuti vicino a uno stabilimento balneare lungo la litoranea di Apani, per una lite. Ricostruendo l'episodio, i militari hanno accertato che il diverbio era riconducibile al contenuto di alcuni post che, nelle ore precedenti, erano stati pubblicati su Fb da alcuni componenti di una stessa famiglia. 

Le lesioni

Avendo scoperto quei messaggi, ci sarebbe stato un confronto verbale degenerato in aggressione fisica ai danni di due donne, una di 30 e l'altra di 38 anni, entrambe residente a Brindisi. Le donne sono state accompagnate in ospedale, dove i medici hanno ricostranto escoriazioni e contusioni giudicate guaribili in alcuni giorni.

Potrebbe interessarti

  • La banana, un fabbisogno giornaliero

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Scontro fra tre auto sulla strada per il mare: un morto e nove feriti

  • Parcheggiatore stroncato da infarto nella movida delle discoteche

  • Si apparta con la moglie di un detenuto: mamma e figli lo pestano

  • Tragedia in spiaggia: anziano perde la vita mentre fa il bagno

  • Furti nelle auto parcheggiate sulla costa: scoperti i responsabili

  • Posti in spiaggia "prenotati": la Capitaneria sequestra tutto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento