Messaggi su Facebook, lite in famiglia sulla spiaggia: cinque denunce

Due donne aggredite sulla litoranea Nord da componenti dello stesso nucleo familiare: costrette a ricorrere al pronto soccorso

BRINDISI - Prima i post sul social network Facebook, poi la lite al mare e l'aggressione. Tutto in ambito in ambito familiare. Risultato: due donne sono finite al pronto soccorso dell'ospedale di Brindisi, in cinque sono stati denunciati per lesioni personale aggravate dai futili motivi.

La lite per futili motivi

E' successo nella mattinata di ieri. I carabinieri sono intervenuti vicino a uno stabilimento balneare lungo la litoranea di Apani, per una lite. Ricostruendo l'episodio, i militari hanno accertato che il diverbio era riconducibile al contenuto di alcuni post che, nelle ore precedenti, erano stati pubblicati su Fb da alcuni componenti di una stessa famiglia. 

Le lesioni

Avendo scoperto quei messaggi, ci sarebbe stato un confronto verbale degenerato in aggressione fisica ai danni di due donne, una di 30 e l'altra di 38 anni, entrambe residente a Brindisi. Le donne sono state accompagnate in ospedale, dove i medici hanno ricostranto escoriazioni e contusioni giudicate guaribili in alcuni giorni.

Potrebbe interessarti

  • Stp: rinnovate tutte le corse per le marine della provincia

  • Farmaci generici e farmaci di marca: sono uguali?

  • Come organizzare una cena a buffet a casa

  • Estate in giardino: le piscine interrate, costi e tipologie

I più letti della settimana

  • Cadavere di un uomo nella zona industriale: trovata pistola, un colpo al petto

  • Ritrovato il giovane mesagnese scomparso a Milano ad aprile scorso

  • Vessata per 18 anni dal marito e dalla suocera: l'incubo di una donna

  • Tir si ribalta, poi tamponamento a catena: doppio incidente sulla statale

  • Messaggi su Facebook, lite in famiglia sulla spiaggia: cinque denunce

  • Tamponamento sulla superstrada: tre feriti, anche una bambina. Auto distrutte

Torna su
BrindisiReport è in caricamento