Messaggi su Facebook, lite in famiglia sulla spiaggia: cinque denunce

Due donne aggredite sulla litoranea Nord da componenti dello stesso nucleo familiare: costrette a ricorrere al pronto soccorso

BRINDISI - Prima i post sul social network Facebook, poi la lite al mare e l'aggressione. Tutto in ambito in ambito familiare. Risultato: due donne sono finite al pronto soccorso dell'ospedale di Brindisi, in cinque sono stati denunciati per lesioni personale aggravate dai futili motivi.

La lite per futili motivi

E' successo nella mattinata di ieri. I carabinieri sono intervenuti vicino a uno stabilimento balneare lungo la litoranea di Apani, per una lite. Ricostruendo l'episodio, i militari hanno accertato che il diverbio era riconducibile al contenuto di alcuni post che, nelle ore precedenti, erano stati pubblicati su Fb da alcuni componenti di una stessa famiglia. 

Le lesioni

Avendo scoperto quei messaggi, ci sarebbe stato un confronto verbale degenerato in aggressione fisica ai danni di due donne, una di 30 e l'altra di 38 anni, entrambe residente a Brindisi. Le donne sono state accompagnate in ospedale, dove i medici hanno ricostranto escoriazioni e contusioni giudicate guaribili in alcuni giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Sversavano tonnellate di veleni: Brindisi come la "Terra dei Fuochi"

  • Altri sette casi positivi nel Brindisino sui 10 registrati in Puglia

  • Altri sei contagi e due morti nel Brindisino. Dati in calo nel resto della Puglia

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento