Colpo alle Poste, bottino 1000 euro

BRINDISI – Ammonta a circa mille euro il bottino della rapina perpetrata poco prima delle 9,30 di oggi nell'ufficio postale di viale Duca Degli Abruzzi al quartiere Casale a Brindisi. Da quanto hanno accertato i carabinieri della locale compagnia, che si stanno occupando delle indagini, ad agire sono stati in due, incappucciati e armati solo di taglierino.

L'Ufficio postale al Casale

BRINDISI – Ammonta a circa mille euro il bottino della rapina perpetrata poco prima delle 9,30 di oggi nell'ufficio postale di viale Duca Degli Abruzzi al quartiere Casale a Brindisi. Da quanto hanno accertato i carabinieri della locale compagnia, che si stanno occupando delle indagini, ad agire sono stati in due, incappucciati e armati solo di taglierino.

Solo una settimana fa è stata messa a segno una rapina, con lo stesso modus operandi, alla filiale delle poste di viale Porta Pia al quartiere Santa Chiara. Anche in quel caso ad agire sono stati in due, incappucciati con maniche adattate a passamontagna e armati di cutter. Al vaglio degli investigatori c'è la possibilità che si tratti della stessa banda. Sarà il raffronto dei fotogrammi e la testimonianza di chi ha assistito alla scena a chiarire questo aspetto.

Il colpo di questa mattina è stato messo a segno in pochissimi minuti. “Dateci i soldi che ce ne andiamo” hanno detto i due malviventi una volta fatta irruzione nella filiale delle Poste del quartiere Casale. Quando hanno incassato il bottino si sono dileguati fuggendo a piedi. In quel momento nell'ufficio, situato a due passi dalla chiesa Santa Maria del Casale, c'erano i dipendenti e pochi clienti. Fuori, sulle scale alcuni venditori ambulanti di mimose, nella traversa di fronte bancarelle di vestiario.

La rapina, però, è stata messa a segno così velocemente che nessuno ha fatto in tempo a capire cosa stava accadendo e di conseguenza reagire. Il personale agli sportelli non ha potuto fare altro che consegnare i soldi. Nessuno dei commercianti presenti all'esterno avrebbe visto nulla. “Ho solo visto alcune persone uscire dall'ufficio urlando che c'era stata una rapina ma non ho capito a cosa si riferivano di preciso, non mi sono accorto di nulla”, ha spiegato uno dei commercianti presenti fuori dalla filiale delle Poste.

Sul posto si sono precipitati i carabinieri e i poliziotti che dopo aver ascoltato i dipendenti hanno avviato le ricerche tese all'identificazione dei due malviventi. L'ufficio postale è stato subito chiuso al pubblico per permettere al personale di eseguire i conteggi necessari a stabilire la somma asportata dai rapinatori. Sulla porta di ingresso è stato affisso il cartello “Causa rapina l'ufficio per oggi rimarrà chiuso”.

L'edificio è dotato di videocamere ma al momento non è dato sapere se i fotogrammi possono già essere messi a disposizione delle forze dell'ordine. Sulle indagini i carabinieri mantengono lo stretto riserbo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola alla testa: brindisino ucciso sotto casa a 19 anni

  • Camion si ribalta e sfonda spartitraffico: superstrada riaperta al traffico

  • Professore in pensione trovato morto in casa, il corpo era in decomposizione

  • "Samara Challenge": a San Pietro si chiede l'intervento delle forze dell'ordine

  • Ucciso a 19 anni: si indaga sul movente. Il papà: "Perché tanta cattiveria"

  • Vivere e morire nel ghetto. L'altra faccia dell'emergenza giovanile

Torna su
BrindisiReport è in caricamento