Condanne e violazione degli obblighi: cinque persone condotte in carcere

Emessi cinque provvedimenti restrittivi dai militari delle stazioni di Brindisi, Francavilla, Oria, San Pancrazio, Villa Castelli

Cinque provvedimenti restrittivi, fra ordini di carcerazione e misure di aggravamento della misura cautelare, sono stati emessi dai carabinieri del comando provinciale di Brindisi, negli ultimi giorni.

Un 27enne di Francavilla Fontana è stato trasferito dai domiciliari al carcere per ripetute violazioni degli obblighi derivanti dagli arresti domiciliari cui l’uomo era precedentemente sottoposto.

Stessa sorte è toccata a un 24enne di San Pancrazio Salentino e a un 36enne di Oria, entrambi condotti in carcere per violazione degli obblighi. 

Un 24enne di Brindisi è stato condotto presso la casa circondariale, dove dovrà espiare la parte residua di una condanna a quattro anni e otto mesi di reclusione per rapina aggravata e porto abusivo di armi (fatti commessi a Brindisi nel mese di maggio 2018).

Condotto in carcere anche un 22enne di Villa Castelli che deve scontare la parte residua di una pena pari a quattro anni e cinque mesi, per i reati di associazione a delinquere, furto, ricettazione, danneggiamento seguito da incendio (fatti commessi in Villa Castelli – Ceglie Messapica – Grottaglie e Martina Franca tra il 2014 e il 2015).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

  • Scu, si è suicidato il pentito Sandro Campana: accusò il fratello Francesco

Torna su
BrindisiReport è in caricamento