Controlli serrati dei Forestali contro falò, barbecue e tende in spiaggia

Fino a giovedì 15 agosto i militari passeranno al setaccio tutte le zone note per essere meta di comitive che vogliono trascorrere la nottata sulle dune e sull’arenile

foto di archivio

BRINDISI – Attivato servizio “antibivacco” dai carabinieri Forestali del Gruppo Brindisi: fino a giovedì 15 agosto i militari passeranno al setaccio tutte le zone note per essere meta di comitive che vogliono trascorrere la nottata sulle dune e sull’ arenile, accompagnata da falò e musica.Precisamente la parte del litorale che va da Fiume Morello al Pilone.

Comportamenti che violano l’ordinanza della Regione Balneare della Puglia e la norma di istituzione del Parco Regionale delle Dune Costiere (Legge Regionale n. 31 del 2006), entro cui ricadono le spiagge interessate dai controlli. Oltre naturalmente alle disposizioni nazionali e regionali che vietano l’accensione di fuochi all’ aperto nel periodo estivo, la tutela degli “habitat” naturali e del paesaggio, il Codice della Navigazione per il demanio marittimo, il Codice dell’ Ambiente per l’ abbandono di rifiuti (600 euro di sanzione amministrativa).

Da quanto fanno sapere i forestali in una nota stampa, il fenomeno si è sensibilmente ridotto rispetto agli anni scorsi, in gran parte per la puntuale azione di vigilanza e contrasto, anche contro la “sosta selvaggia” degli automezzi, soprattutto lungo la complanare est della SS379 “Traiana” e la strada di collegamento con Torre San Leonardo.

“Tuttavia permangono ancora gruppi di “irriducibili”, per cui il Gruppo Carabinieri Forestali di Brindisi ha disposto alle Stazioni dipendenti servizi particolari, anche appiedati, lungo l’ arenile e fino a tarda sera, anche nel rispetto delle disposizioni emanate dalla Questura”.

“L’impegno dei militari, come negli anni scorsi, è massimo; si confida, in ogni modo, in un crescente senso civico dei frequentatori degli incantevoli lidi della costa brindisina, la miglior garanzia per la loro preservazione e valorizzazione. A tal proposito, si invitano i cittadini ad una costante collaborazione con i carabinieri forestali, segnalando comportamenti incivili che costituiscano violazioni all’ ambiente naturale, in riferimento a quanto illustrato, utilizzando il numero telefonico di Emergenza Ambientale – 1515”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Bimba nata morta all’ospedale Perrino”: denuncia dei genitori

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Trovato senza vita: sospetta overdose, pm dispone autopsia

  • Maltempo: scuole chiuse a Brindisi a in altri Comuni della provincia

  • Incidente sulla provinciale, auto si schianta contro albero: grave un giovane

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento