Controlli, perquisizioni e posti di blocco: denunciate sette persone

Servizio straordinario di controllo del territorio effettuato dai carabinieri a Latiano. Sequestro di armi e droga

LATIANO – Sette persone sono state denunciate nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio, con perquisizioni e posti di blocco, effettuato a Latiano dai carabinieri della locale stazione e della compagnia di San Vito dei Normanni. 

Un 28enne del posto, nel corso della perquisizione della sua autovettura, è stato sorpreso con un coltello  a serramanico della lunghezza di 17,5 centimetri, occultato all’interno di un borsello. Deve rispondere del reato di possesso di oggetti atti a offendere. 

Un 61enne, sempre di Latiano, è accusato di detenzione illegale di armi, poiché a seguito di un controllo effettuato presso la sua abitazione è stato trovato in possesso di una pistola beretta calibro 7,65 con relativo caricatore e munizionamento intestata al padre deceduto nel 2014.  Arma e il munizionamento sono stati sequestrati. 

Un 50enne è stato denunciato per omessa denuncia di smarrimento di arma da fuoco, in quanto a seguito di un controllo presso la sua abitazione non ha fornito plausibili spiegazioni sull’assenza di un fucile monocanna calibro 16, regolarmente detenuto;

Un 28enne di Mesagne deve rispondere del rifiuto dell’accertamento relativo all’assunzione di stupefacente nel corso della guida, poiché è stato sorpreso in stato di agitazione psicofisica alla guida di un’Alfa Mito intestata ad un’amica. Il giovane ha rifiutato di sottoporsi alle analisi per la verifica dell’assunzione di stupefacente. La patente è stata ritirata e il veicolo affidato alla proprietaria. Nel corso della perquisizione personale gli è stato rinvenuto un grammo di cocaina, due grammi di hashish e un grammo di marijuana. 

Un cittadino marocchino 60enne residente a San Vito dei Normanni, è stato denunciato per il possesso di farmaci in assenza di autorizzazione dell’Aifa (Agenzia Italiana del farmaco), poiché nel corso di una perquisizione effettuata all’interno della sua vettura, sono state rinvenute alcune confezioni di farmaci di incerta provenienza, sottoposte a sequestro. 

Un 23enne di Latiano è stato denunciato per il reato di ricettazione, poiché a seguito di perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti all’interno del garage dell’abitazione e sottoposti a sequestro, componenti elettrici, meccanici e di carrozzeria, relativi ad autovetture di varie marche, riguardo ai quali il giovane non ha saputo giustificarne la provenienza. 

Nel complesso, i carabinieri hanno eseguito 15 perquisizioni tra personali, domiciliari e di autoveicoli, identificato oltre 108 persone di cui 16 di particolare interesse operativo, controllato 66 autoveicoli oltre a 3 esercizi pubblici. Sono state anche controllate 17 persone sottoposte dall’autorità giudiziaria agli arresti domiciliari o alla Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultraleggero pilotato da brindisino si schianta su muretto

  • Terremoto di magnitudo 5.8 presso Durazzo, paura nel Brindisino

  • Lite in strada finisce con accoltellamento: un ferito e un arresto

  • Traffico di droga, otto brindisini sotto processo dopo verbali dei pentiti

  • L'autofficina era abusiva: scattano denuncia e sequestro

  • Cocaina per mezzo milione di euro: brindisino condannato a sette anni

Torna su
BrindisiReport è in caricamento