Doppia rapina con morto, si aggrava la posizione dei due indagati per omicidio

Si aggrava la posizione dei due presunti rapinatori raggiunti da un provvedimento di fermo di indiziato di delitto per omicidio il primo febbraio scorso, in seguito alla morte di un loro complice dopo una doppia rapina compiuta tra Francavilla Fontana a Villa Castelli

FRANCAVILLA FONTANA – Si aggrava la posizione dei due presunti rapinatori raggiunti da un provvedimento di fermo di indiziato di delitto per omicidio il primo febbraio scorso, in seguito alla morte di un loro complice dopo una doppia rapina compiuta tra Francavilla Fontana a Villa Castelli. Roberto Fantasia, 23 anni e Pasquale Giannoccaro 29 anni, 29 anni di Conversano (Bari) accusati dell’omicidio di Gaetano Fiorile 38 Giannoccaro2-2anni anche lui di Conversano, sono stati raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Paola Liaci su richiesta del pm Iolanda Daniela Chimienti, in seguito alle indagini condotte dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Francavilla Fontana (diretti rispettivamente dal tenente Roberto Rampino e dal capitano Nicola Maggio), subito dopo i fatti. 

Fantasia-2Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri, i due, insime a Fiorile, il 23 gennaio rubarono una Ford Focus station wagon da un parcheggio di un affittacamere del luogo, recintato e provvisto di cancello di ingresso. Con quell’auto armati di una doppietta con canna e calciolo mozzati e a volto coperto da passamontagna, speronarono la Peugeut 306 condotta da un dipendente di una ditta del posto che opera nella gestione e nella vendita di videogiochi, slot–machines, flipper e altro, che stava andando in banca a depositare 29mila euro. La vittima fu costretta a consegnare il denaro. Accadde in via Settembrini. Per assicurarsi la fuga successivamente sulla strada che collega Francavilla Fontana a Villa Castelli, rapinarono una Peugeot 308 di una passante, che fu strattonata e minacciata con l’arma. Qui qualcosa non andò per il verso giusto. Partì un colpo che raggiunge Fiorile alla parte destra del torace che provocò una vasta ferita toraco-addominale e uno shock emorragico a seguito del quale morì pochi minuti dopo essere stato lasciato agonizzante sul ciglio della strada. Il primo febbraio nei loro confronti fu emesso un fermo di indiziato di delitto, ora un'ordinanza di custodia cautelare. I due sono ancora reclusi nella casa circondariale di Bari.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Gambizzazione in via Cellini, chiesto il processo per tre brindisini

    • Cronaca

      Giuseppe riarrangia una hit di Don Backy: sul web il duetto

    • Cronaca

      "Truffa dello specchietto", nomade siciliano arrestato in flagrante

    • Cronaca

      A Torchiarolo installate colonnine per la raccolta dell'olio vegetale esausto

    I più letti della settimana

    • Abusano di un giovane che aspetta il pullman e poi fuggono: trovati e arrestati

    • Inseguimento dopo furto di un camion: carabinieri speronati, recuperati i mezzi

    • Cade da un'impalcatura mentre lavora: grave giovane operaio

    • Trovato sulla litoranea con una tonnellata di marijuana: scoperto e arrestato

    • Omicidi Scu, anche in Appello chiesto l’ergastolo per tre brindisini

    • Aneurisma dell'aorta addominale, eseguito al Perrino delicato intervento

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento