Incidente in via Brandi, automobilista positivo al test sui cannabinoidi: denunciato

Rischia revoca della patente. Agli agenti della Polizia locale avrebbe detto di aver evitato un animale, versione smentita dai testimoni. Feriti dimessi dall’ospedale

BRINDISI – Positivo al test sull’assunzione di cannabinoidi l’automobilista di Brindisi, 54 anni, che agli agenti della Polizia locale aveva detto di aver invaso la corsia opposta al senso di marcia per evitare un animale, ieri mattina in via Nicola Brandi. Quella manovra, ricostruita sulla base delle testimonianze, è ritenuta causa dell’incidente stradale nel quale sono rimasti coinvolti un pullman della Stp, pieno di studenti appena usciti da scuola, e due auto, una delle quali condotta da un disabile finito in ospedale e dimesso con prognosi di 30 giorni.

incidente via Brandi1-2-2-2

La denuncia

Il 54enne (A.S), alla guida di una Fiat Abart di colore nero, è stato denunciato per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. La notizia di reato è stata trasmessa dal comandante della Polizia locale, Antonio Orefice, al pubblico ministero di turno, all’esito dei risultati del test a cui l’automobilista è stato sottoposto subito dopo l’incidente avvenuto attorno alle 13,30, nei pressi del liceo scientifico Monticelli-Fermi. Orario di traffico intenso lungo la principale strade del rione Casale, perché coincidente con l’uscita dalle scuole. Nella zona ci sono diversi istituti superiori.

La versione dell’automobilista e le testimonianze

Nell’immediatezza dei fatti, il brindisino avrebbe riferito agli agenti di essere stato costretto a fare quella manovra, finendo nella corsia opposta, per evitare un animale. Probabilmente un cane o un gatto. Versione che, a quanto pare, sarebbe stata smentita dalle testimonianze raccolte dai poliziotti municipali: nessuno ha dichiarato di aver visto animali attraversare improvvisamente la strada, tutti hanno invece sostenuto di aver notato la Fiat 500 Abart di colore nero finire sulla carreggiata opposta.

incidente via Brandi-2-2-2

Gli altri mezzi coinvolti

La Fiat, stando alla ricostruzione degli agenti, sarebbe finita contro una Peugeot condotta da un professore brindisino, 52 anni, che in quel momento stava percorrendo via Nicola Brandi. Nell’incidente sono rimasti coinvolti altri due mezzi: una Fiat 500 di colore bianco il pullman della Società Trasporti Pubblici.

La Fiat 500 bianca, condotta da un brindisino diversamente abile, per evitare la Peugeot è finita contro il pullman. Nell’impatto ha riportato ferite giudicate guaribili in 30 giorni, stando al referto dei medici del pronto soccorso dell’ospedale Antonio Perrino, già acquisito dalla Polizia locale. E’ stato dimesso nella stessa giornata di ieri.

Potrebbe interessarti

  • Librerie fai da te: alcune idee

  • Conservazione dei cibi: sai quali sono quelli da tenere fuori dal frigo?

  • Open space: il frigorifero intelligente per la vostra casa

  • Bidoni della spazzatura: come pulirli e igienizzarli

I più letti della settimana

  • Auto fuori controllo sulla provinciale: un uomo perde la vita

  • L'ammiraglio difende la Marina: "In Libia ci siamo. Il problema: i trafficanti"

  • Sulla pista dei furti di trattori: arrestato un allevatore

  • “Mettiti sul letto sennò ti ammazzo”: arrestato per violenza sessuale e rapina

  • “Scu, nuove leve in gruppi tipo gangsteristico. Unione tra Brindisi e Lecce”

  • Muore sul tavolo operatorio dopo nove ore: avviate le indagini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento