"Sulla strada 27 la Provincia continua a prenderci in giro"

Il sindaco di Ceglie Messapica, Luigi Caroli, parla di impegni mai mantenuti. E quella provinciale è impercorribile

CEGLIE MESSAPICA – Il sindaco di Ceglie Messapica accusa la Provincia di non mantenere gli impegni per mettere in sicurezza la strada provinciale 27 che collega gli agri di Ceglie e Francavilla Fontana attraversando varie contrade, e che viene usata soprattutto da chi gestisce le aziende agricole circostanti. La situazione si aggrava soprattutto in concomitanza di eventi atmosferici di particolare rilevanza.

“Dispiace dover ricorrere a certi toni in rapporti istituzionali che sono sempre stati improntati alla massima collaborazione e rispetto reciproco, ma è da ormai oltre due anni – scrive Luigi Caroli - che dirigenti e tecnici della Provincia di Brindisi si prendono gioco della comunità di Ceglie Messapica, del sindaco che la rappresenta, di centinaia di automobilisti, lavoratori, aziende, nell’attesa vana di interventi di rifacimento della strada provinciale 27”.

“Una strada fondamentale per tante aziende agricole del territorio, soprattutto in questo periodo, divenuta una inutilizzabile striscia di terra e fango impraticabile, che i mezzi di lavoro o non possono più percorrere, o se lo fanno rischiano quotidianamente danni di ogni tipo: a cose e purtroppo anche persone”, denuncia il sindaco.

Luigi Caroli-2“Centinaia di cittadini rivendicano da anni, con toni sempre civili nonostante la legittima esasperazione, il loro diritto a poter lavorare in sicurezza, a poter attraversare senza mettere in pericolo la propria incolumità e quella dei propri mezzi di trasporto, una strada che rimanda – prosegue Caroli – più a paesaggi da quarto mondo che da paese civilizzato”. 

La strada provinciale 27 è di fatto intransitabile, dichiara il sindaco di Ceglie Messapica. “I mezzi commerciali che in questo periodo dell’anno percorrono quel tratto per raggiungere le varie imprese della zona si rifiutano ormai di percorrerlo: con grave danno economico per gli stessi imprenditori.

La Provincia, o meglio i dirigenti dell’ente, hanno programmato l’intervento circa due anni fa: ma quei lavori non sono mai partiti”.

“Mi sono recato personalmente più volte sul posto per eseguire i rilievi con la polizia municipale e più volte a Brindisi per sollecitare all’Ente l’avvio del cantiere, e mi è sempre stato detto – racconta Caroli - che era stato fatto tutto, che tutti i passaggi necessari erano stati terminati, che bisognava solo ultimare le pratiche di affidamento alla ditta”.

“Ci troviamo di fronte ormai a una chiara e totale presa in giro ai danni di cittadini e lavoratori che non può essere più tollerata perché di mezzo c’è la sicurezza di lavoratori e automobilisti, oltre all’economia di aziende che da questa annosa incuria vengono gravemente danneggiate, giorno dopo giorno”, conclude il sindaco di Ceglie Messapica.

La risposta della Provincia 

In riferimento alle comunicazioni rese alla stampa dal sindaco di Ceglie M.ca, Luigi Caroli, con cui il primo cittadino si lamentava di una mancanza di assolvimento di impegni dal parte della Provincia di Brindisi per la sistemazione di un piccolo tratto della Sp 27 Ceglie-Francavilla F., il vicepresidente della Provincia, Domenico Tanzarella, illustra i passaggi burocratici che l’Ente ha dovuto fare e che sta facendo per risolvere la vicenda.

“Le doglianze del sindaco Caroli – ha dichiarato Tanzarella – gli fanno onore perché difende le aspettative del suo territorio, come è giusto che sia, ma devo con serenità dire che, pur se i sui strali sono diretti alla parte tecnica e dirigenziale dell’Ente, mi assumo, come è mia consuetudine, le mie responsabilità e le condivido con la parte amministrativa. Un po’ di tempo fa su quella strada abbiamo fatto dei sopralluoghi all’indomani delle sollecitazioni ricevute. Fu redatto un progettino per un intervento richiesto sulla parte più compromessa della S.P 27, per una lunghezza di 400 mt. e una larghezza inferiore ai 3 mt, per una spesa di circa 20 mila euro.

L’intervento doveva essere fatto con i residui dei capitoli precedenti e avanzi di questi capitoli che, secondo l’uso dell’Ente, in passato erano stati utilizzati. Poi, a seguito di un approfondimento sulle  procedure, fatto con il direttore di Ragioneria, si è visto che questi residui necessitavano di un altro passaggio procedurale per la loro reimputazione  proprio con l’approvazione del Bilancio. Solo questo non ci ha consentito fino all’approvazione del Bilancio del 31 ottobre di operare interventi su quell’arteria. Nel frattempo era stata fatta sola la copertura di alcune buche su richiesta della stessa Amministrazione  di Ceglie.

Intervento che è stato vanificato dagli eventi atmosferici con le abbondanti piogge e dai lavori su quella strada di alcune società di telecomunicazioni, le quali hanno poi fatto un ripristino  dei luoghi non a regola d’arte, per il quale mi auguro che la parte tecnica della Provincia richiami ai propri doveri e obblighi tali società di servizi di comunicazione, pubbliche e private, che eseguono tali lavori, chiedendo, ove vi fossero i presupposti, anche il pagamento di eventuali danni accertati. Adesso, con il Bilancio che è stato approvato, l’Ufficio Tecnico potrà immediatamente affidare i lavori alla S.Teresa, con affidamento diretto e con una semplificazione di procedura, e mi auguro che la stessa società in house dia la disponibilità a farli.  Devo poi aggiungere al  mio amico Caroli che nella sua veste di sindaco non può certamente dolersi  o lamentarsi delle attenzioni che la Provincia ha destinato a Ceglie, atteso che nel piano annuale delle Opere Pubbliche sono stati destinati oltre 1 milione e 200 mila Euro per gli interventi sulle strade Cisternino-Ceglie, Ceglie-Martina Franca e Ceglie-Ostuni, oltre a due importanti interventi su due curve sulla Ceglie-Martina. Per cui penso, che la città di Ceglie e il suo sindaco debbano fare un plauso per le attenzioni riservate dal nostro Ente alla comunità cegliese, così come gli uffici fanno per altre realtà”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Green

    Torre Guaceto: "Un fiore all'occhiello da difendere"

  • Cronaca

    Terremoto: tre scosse nello stesso punto dal 2018

  • Cronaca

    Da 20 anni al carcere duro, prossimo alla laurea in Giurisprudenza

  • Attualità

    Prorogato termine per richiesta di riduzione della Tari

I più letti della settimana

  • Come difendersi dai pesciolini d'argento (e cosa sono)

  • Sequestrati 350mila euro alla famiglia Bruno: indagati padre e figlio

  • Da 20 anni al carcere duro, prossimo alla laurea in Giurisprudenza

  • Crollo solaio in una scuola: dimesso l'operaio, cantiere sotto sequestro

  • Strade e sottopassi allagati: anziani coniugi salvati dai carabinieri

  • Estorsione a una dipendente: denuncia e interdizione per un ristoratore

Torna su
BrindisiReport è in caricamento