Liste d'attesa bibliche: sedici mesi per una mammografia al Perrino

Fissato per il 21 giugno 2019 l'esame diagnostico di due brindisine. "Non credevo ai miei occhi quando ho letto le date"

BRINDISI – Sedici mesi: tanto bisogna aspettare per una mammografia bilaterale all’ospedale Perrino di Brindisi. Lo documenta una prenotazione che stamani (14 febbraio) è stata consegnata al signor Giorgio Giunta, un pensionato che si è recato presso l'ufficio Cup dell’Asl Brindisi per conto della figlia e della nuora.

“Non credevo ai miei occhi – dichiara Giunta – quando ho letto le date in cui si potrà effettuare l’esame diagnostico”. Già, c’è davvero da non Prenotazione mammografia-2crederci, perché entrambi gli appuntamenti presso l’ambulatorio di Radiologia del nosocomio brindisino sono stati fissati per il venerdì 21 giugno 2019. Quello della figlia alle ore 9,10. Quello della nuora, invece, alle 9,20.

“La ricetta – prosegue Giorgio Giunta – è stata rilasciata dal medico curante lo scorso 9 novembre. Quello stesso mese mi recai all’ufficio prenotazioni, ma mi chiesero di ripresentarmi almeno un paio di mesi dopo. Bene, da allora sono passati più di due mesi. Non pensavo che mia figlia e mia nuora avrebbero dovuto attenderne altri sedici, per sottoporsi all’esame”.

Queste lungaggini, purtroppo, non aiutano la campagna di prevenzione del tumore al seno (il 29 per cento di tutti i tumori che colpiscono le donne) portata avanti con tenacia da associazioni ed enti pubblici. Non occorrerebbe forse accorciare (drasticamente) i tempi di attesa, per dare piena efficacia all’attività di prevenzione? 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento