Muore presidente della Bcc di Ostuni

OSTUNI - Lutto nel mondo della scuola e dell'economia ostunese: stroncato da un male incurabile si è spento nel pomeriggio, nella sua residenza in contrada Lamacavallo, nella Città bianca, il professore Cosimo Putignano, presidente della Banca di credito cooperativo di Ostuni, nonché presidente del Gal Alto Salento e della cooperativa sociale "De Laurentis". Docente in pensione (ha insegnato Storia dell'Arte a diverse generazioni di studenti del liceo classico Calamo), il professor Putignano stava combattendo, con la tenacia che lo ha sempre contraddistinto, la battaglia più difficile: una malattia che lo aveva aggredito all'improvviso, al culmine della sua attività professionale.

Nicola Quaranta 2 aprile 2012

OSTUNI - Lutto nel mondo della scuola e dell'economia ostunese: stroncato da un male incurabile si è spento nel pomeriggio, nella sua residenza in contrada Lamacavallo, nella Città bianca, il professore Cosimo Putignano, presidente della Banca di credito cooperativo di Ostuni, nonché presidente del Gal Alto Salento e della cooperativa sociale "De Laurentis". Docente in pensione (ha insegnato Storia dell'Arte a diverse generazioni di studenti del liceo classico Calamo), il professor Putignano stava combattendo, con la tenacia che lo ha sempre contraddistinto, la battaglia più difficile: una malattia che lo aveva aggredito all'improvviso, al culmine della sua attività professionale.

Seppure segnato nel fisico, nei mesi più lunghi e difficili della sua vita, ha reagito con forza, continuando a dedicare ogni energia sul fronte lavorativo, a partire dalla guida dell'istituto di credito, ereditata nel maggio del 2011 dalle mani del notaio Giuseppe Trinchera (giunto un anno fa alla fine del suo mandato). Un passaggio di testimone che tutti lessero come scontato e naturale: a entrambi, infatti, va ascritta la rinascita della Banca, tornata a recitare un ruolo di primo piano nel tessuto economico e sociale del territorio.

Così pure Putignano non ha mai smesso di profondere impegno e passione nella gestione del Gal Alto Salento: Il Gruppo d'azione locale è stato capace dalla sua fondazione ad oggi di investire, nel settore agricolo ed agrituristico, significative risorse destinate a incidere sullo sviluppo del territorio della zona nord della provincia di Brindisi. Un'attività che sotto l'infaticabile e competente regia del professor Putignano si è allargata abbracciando oltre ai territori di Ostuni, Carovigno, San Vito dei Normanni, Ceglie Messapica e San Michele Salentino, anche i Comuni di Fasano e Villa Castelli.

Il professor Putignano ha lasciato un segno indelebile della propria duttilità e competenza anche nella gestione della cooperativa De Laurentis: chiamato anche in questo caso a farsi carico di una fase di rilevanti cambiamenti, ha consentito al sodalizio di imporsi sul mercato dell'olio extra vergine di oliva ma anche del vino: da una sua lungimirante intuizione, l'apertura anni fa di una moderna e assortita enoteca di vini pugliesi all'interno dei vecchi capannoni sociali, il cambio di rotta che ha consentito alla coop di guardare al futuro.

Negli anni novanta, il professor Putignano ha ricoperto anche l'incarico di assessore comunale alle Attività produttive, chiamato al suo fianco dall'allora sindaco Lorenzo Cirasino. Tantissimi i messaggi di cordoglio che in queste ore stanno giungendo alla famiglia. Tra i primi a stringersi attorno alla moglie e ai due figli, anche il sindaco Domenico Tanzarella. Nel pomeriggio di domani, alle ore 17, presso la Chiesa di San Luigi Gonzaga, ad Ostuni, si svolgeranno i funerali. E saranno in tanti a rendere, con partecipazione sincera e affettuosa, l'ultimo saluto al professore-imprenditore: l'amico di tutti, che amava l'arte e l'insegnamento quanto gli ulivi e la sua terra.

Bcc
Ostuni
Putignano

Commenti