Netturbino alla guida sotto l'effetto di alcol e droga provoca incidente

Denunciato dai carabinieri un 39enne, patente ritirata: il veicolo adibito alla raccolta  dei rifiuti è finito contro un motociclo “Piaggio Beverly”, condotto da un uomo che non ha riportato ferite

CEGLIE MESSAPICA - Un netturbino di Ceglie Messapica ha provocato un incidente mentre era alla guida del mezzo aziendale, sotto l'effetto di droga e alcol: l'uomo, 39 anni, è stato denunciato dai carabinieri e la patente gli è stata ritirata. Il veicolo della società che si è aggiudicata la raccolta dei rifiuti è finito contro uno scooter Liberty Piaggio condotto da un uomo che, fortunatamente, non ha riportato ferite.

L'operatore ecologico è stato sottoposto ad accertamenti alcolemici e tossicologici presso l’ospedale di Francavilla Fontana:  è risultato positivo da entrambi, un tasso alcolemico elevatissimo  pari a tre grammi per litro, accertato l'uso di  sostanze stupefacenti oppiacei e cannabinoidi. L'incidente, rilevato dai carabinieri della stazione di Ceglie Messapica, è avvenuto attorno alle 18 di mercoledì scorso.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Buttatelo fuori con un calcio nel culo ed assumete un giovane 

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente stradale nella notte: automobilista trovato morto all'alba

  • Cronaca

    Furto nella stazione di servizio: in fuga con la cassetta dei contanti

  • Cronaca

    Incendio nel capannone della lavanderia: escluso il dolo

  • Cronaca

    Minacciato e rapinato dell'auto: caccia ai banditi

I più letti della settimana

  • Come difendersi dai pesciolini d'argento (e cosa sono)

  • Sequestrati 350mila euro alla famiglia Bruno: indagati padre e figlio

  • Da 20 anni al carcere duro, prossimo alla laurea in Giurisprudenza

  • Controlli dei carabinieri: due arresti. Rinvenute anche due auto

  • Crollo solaio in una scuola: dimesso l'operaio, cantiere sotto sequestro

  • Strade e sottopassi allagati: anziani coniugi salvati dai carabinieri

Torna su
BrindisiReport è in caricamento