Periferie nel degrado: scendono in campo i cittadini. Ma altri incendiano rifiuti

Cittadini virtuosi e cittadini incivili si alternano in una delle contrade periferiche di San Pietro Vernotico, la cosiddetta “zona 167”

SAN PIETRO VERNOTICO – Cittadini virtuosi e cittadini incivili si alternano in una delle contrade periferiche di San Pietro Vernotico, la cosiddetta “zona 167”. Nella mattinata di oggi una mamma e una nonna, residenti in uno dei condomini della contrada, armate di scopa e palette hanno spazzato e reso più vivibile un’area dove ci sono dei giochi per bambini. Accanto a bidoni traboccanti, probabilmente “dimenticati” dagli addetti alla pulizia, e ad aiuole piene di erbacce ormai secche diventate ricettacolo di animali.

bidoni traboccanti 167 san pietro1-2

Nella tarda mattinata, nella stessa zona i vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi sono intervenuti per spegnere un incendio di rifiuti abbandonati in alcuni terreni a ridosso dei condomini. Si trattava di resti di mobilio e altro materiale che era stato lasciato nell’erba secca e che stava prendendo fuoco. Forse anche per qualche azione dolosa.

pulizia cittadini-3

Una situazione di degrado quella che si vive ormai in tutto il territorio comunale dove accanto all’inerzia degli “addetti ai lavori” regna l’inciviltà e il menefreghismo di alcuni cittadini. Abbandonare rifiuti nei terreni costituisce un reato, incendiarli anche. Così come è vietato tenere i terreni in stato di abbandono.

vigili del fuoco rifiuti-2

L’8 maggio scorso il commissario straordinario del Comune ha emesso un’ordinanza che obbliga i proprietari e conduttori di terreni e aree incolte o abbandonate alla pulizia e manutenzione degli stessi. Nell’atto sono indicate tutte le procedure per evitare gli incendi boschivi, i trasgressori saranno puniti con una sanzione amministrativa che va da un minimo di 1032 euro a un massimo di 10.329, 14. Ma quando i terreni sono di proprietà comunale? 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Bimba nata morta all’ospedale Perrino”: denuncia dei genitori

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Maltempo: scuole chiuse a Brindisi a in altri Comuni della provincia

  • Incidenti: le vittime e le strade più pericolose del Brindisino

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento