Ricettatore e ladro di elettricità

S.VITO DEI NORMANNI – La casa di campagna perquisita ieri dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di S.Vito dei Normanni, nell’agro dello stesso comune, era un piccolo deposito di pezzi di autovetture e moto di provenienza furtiva. Ed era illuminata grazie ad un allaccio abusivo alla rete elettrica.

Un allaccio abusivo alla rete Enel

S.VITO DEI NORMANNI – La casa di campagna perquisita ieri dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di S.Vito dei Normanni, nell’agro dello stesso comune, era un piccolo deposito di pezzi di autovetture e moto di provenienza furtiva. Ed era illuminata grazie ad un allaccio abusivo alla rete elettrica.

Per il 39enne Cosimo Caramia, considerata la flagranza di reato di ricettazione, riciclaggio e furto aggravato di energia, sono scattate le manette e il trasferimento nel carcere di Brindisi a disposizione del magistrato di turno della procura. Il servizio si inquadra nelle indagini che i carabinieri stanno conducendo a S.Vito per risalire ai responsabili dei furti, sia nel centro abitato che nelle campagne, che si stanno verificando da alcune settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz dei carabinieri contro la Scu: 37 arresti per droga, armi ed estorsioni

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Cellino, nuovo boato nella notte: bomba carta fatta esplodere per strada

  • Operazione Synedrium: i pizzini, le armi e il ruolo delle donne

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

Torna su
BrindisiReport è in caricamento