Sottufficiale dei marò suicida in caserma durante il turno di servizio

Il corpo del 42enne militare della Brigata Marina San Marco trovato dai colleghi in un capannone. la vittima era di ronda

L'ingresso della caserma Carlotto

BRINDISI - Un sottufficiale della Brigata Marina San Marco, il secondo capo scelto E. C. di 42 anni, originario di Bari, è stato trovato privo di vita nel pomeriggio di oggi nella caserma "Carlotto", base dei fucilieri di marina, in contrada Brancasi a pochi chilometri da Brindisi, sulla statale 16 per San Vito dei Normanni. Un comunicato della Marina Militare fa sapere che il corpo senza vita del sottufficiale è stato rinvenuto dai colleghi, che lo cercavano perchè tardava a rientrare dal servizio di ronda.

Il cadavere del marò era riverso sul pavimento di un capannone, nel perimetro della grande caserma. La morte è stata causata da un colpo dell'arma di ordinanza del sottufficiale, una pistola semiautomatica Beretta calibro 9 parabellum. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Brindisi per gli accertamenti del caso. L'ipotesi è quella del suicidio: il sottufficiale ha lasciato infatti un biglietto di addio. Il pm di turno alla procura di Brindisi ha deciso di non sottoporre il corpo ad autopsia.

Potrebbe interessarti

  • Blatte e scarafaggi, come allontanarli

  • Anguria, antiossidante: proprietà, benefici e controindicazioni

  • Stp: rinnovate tutte le corse per le marine della provincia

  • Cicloturismo a Brindisi e provincia: le associazioni crescono

I più letti della settimana

  • Tragedia in campagna: donna rimane incastrata in una vecchia fornace, muore in ambulanza

  • Incidente mortale sul cavalcavia: condannato per omicidio stradale

  • Furgone imbottito di marijuana: 218 chili, un arresto

  • Bottiglie d'acqua minerale esposte al sole: sequestro in un supermercato

  • Inseguiti e arrestati subito dopo il furto di uno scooter

  • Brucia l'auto di un avvocato: secondo episodio in pochi mesi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento