Triplice tentato omicidio: un imputato e 50 ore di intercettazioni

Matteo Lacorte, 45 anni, di Ostuni accusato di aver cercato di uccidere l’amante della moglie, uno zio e un ospite di una comunità

OSTUNI – Un imputato accusato di triplice tentato omicidio e 50 ore di intercettazioni, per lo più ambientali, da trascrivere: sono conversazioni ascoltate nella sala colloqui del carcere in cui venne ristretto Matteo Lacorte, 45 anni, di Ostuni, finito a processo con le accuse di aver tentato di uccidere l’amante della moglie, uno zio materno e l’ospite di una comunità.

Le intercettazioni

Matteo Lacorte-2Il Tribunale di Brindisi (presieduto da Domenico Cucchiara) ha disposto  una perizia che si preannuncia complessa per la mole delle intercettazioni e per questo il collegio giudicante ha disposto la sospensione dei termini massimi di custodia cautelare, così come chiesto dal pubblico ministero Raffaele Casto.

L’udienza del processo a carico di Lacorte, difeso dall’avvocato Vito Cellie, si è svolta nella mattinata di ieri. Imputata è anche la moglie di Lacorte, per detenzione illegale della rivoltella calibro 38 usata dal coniuge per ferire il fruttivendolo considerato il suo amante: secondo l’accusa avrebbe dato fuoco all’arma, per distruggerla, seguendo le istruzioni che il marito le dava dal carcere.La donna è difesa dall’avvocato Angelo Brescia. La contestazione mossa ai coniugi si riferisce al 2011. Lacorte è stato arrestato il 14 luglio 2017.

 I testi dell’accusa

Ieri gran parte dell’udienza è stata dedicata all’ascolto dell’ex dirigente del commissariato di Ostuni, Francesco Angiuli: fu lui a coordinare le indagini e ad arrestare Lacorte, dopo il ritrovamento di una pistola in un casolare di campagna in cui l’ostunese di sarebbe nascosto nel periodo della latitanza.

Angiuli è stato contro esaminato dai difensori, i quali hanno evidenziato come manchi la prova genetica non essendoci mai stati prelievi finalizzati al confronto del Dna. Assenti sarebbero stati anche i rilievi balistici. La prossima udienza sarà dedicata all’ascolto di altri sei testimoni citati dal pubblico ministero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, centro commerciale Le Colonne: il 15 dicembre apertura anticipata

  • Bomba: le direttive sull'evacuazione e l'elenco aggiornato delle vie

  • Bombe, Torino: evacuati in 10mila. Il 15 dicembre toccherà ai brindisini

  • Bomba, per l'evacuazione 300 brandine nelle scuole. Previsti colazione e pranzo

  • Estate in Sicilia dall'Aeroporto del Salento con voli settimanali

  • Minaccia collega per un pagamento: denunciato imprenditore

Torna su
BrindisiReport è in caricamento