Riceve bollette per appartamenti di cui non è proprietario: cinque denunce

Nei guai un consulente energetico nel mercato libero e i titolari degli appartamenti: sono accusati di truffa, falsità in scrittura privata e sostituzione di persona in concorso

LATIANO - Approfittando della sua posizione di consulente energetico nel mercato libero ha intestato 4 contratti di energia relativi ad altri e tanti appartamenti di amici ubicati a Lecce a un 49enne di Latiano, ignaro della vicenda. Denunciato insieme ai proprietari degli appartamento, tra essi anche un detenuto. Sono accusati di truffa, falsità in scrittura privata e sostituzione di persona in concorso.

La vittima è un uomo di Latiano a cui sono state recapitate bollette relative all’erogazione dell’energia elettrica intestate a suo nome relative ad appartamenti ubicati a Lecce di cui non è proprietario. L’uomo non ha esitato a rivolgersi ai carabinieri. I riscontri condotti hanno permesso di ricostruire in tutti i passaggi la vicenda e denunciare il consulente energetico nel libero mercato, che commettendo i reati di truffa e falsità in scrittura privata ha tratto un guadagno con le provvigioni, nonché gli altri 4 beneficiari della truffa che per un periodo hanno ricevuto la fornitura gratuità dell’elettricità.

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Falsi amici: gli alimenti che mangi per dimagrire, invece fanno ingrassare

I più letti della settimana

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Tragedia sulla superstrada: camionista travolto e ucciso da un'auto

  • Pulmino si schianta contro un albero: feriti sette braccianti, due sono gravi

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

  • La Polstrada recupera auto rubata dopo un inseguimento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento