Contratto di sviluppo per Brindisi: 250 milioni di euro per il Comune

Il sindaco Rossi: “Si parte con interventi per la costa, tra falesia, strada e ripascimento in aderenza al Pug per almeno 40milioni e rigenerazione del centro con nuova viabilità e parcheggi”

BRINDISI -  Sembra una formula magica il “Cis” che per esteso vuol dire Contratto istituzionale di sviluppo: stando alle intenzioni del Governo (nazionale) dovrebbe garantire un’accelerazione nel finanziamento dei progetti di rigenerazione urbana per Brindisi, dalla costa al centro. In coppia con Lecce. Non c’è un tetto massimo di spesa, c’è la promessa di eliminare tutti gli ostacoli, per lo più burocratici, che rallentano se non impediscono la realizzazione di investimenti.

Il Cis

Il municipio di BrindisiIl nuovo strumento, partorito su impulso dei 5Stelle del vice premier Luigi Di Maio, dovrebbe garantire finanziamenti per 250 milioni di euro per le due città, anche grazie all’intesa con Invitalia, l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, di proprietà del Ministero dell'Economia. Dopo l’anticipazione di ieri, presentata a Lecce dal ministro per il Sud, Barbara Lezzi, assieme al governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, e ai sindaci di Brindisi e Lecce, questa mattina il primo cittadino Riccardo Rossi ha indicato i primi passi che il Comune intende seguire avvalendosi del Cis. L'esperienza è stata già sperimentata in Puglia, pensando a Taranto. Per Brindisi, lo star è previsto mercoledì mattina, quando ci sarà la firma nella sede del ministero per il Sud.

Interventi per la costa e la zona del centro cittadino

“Priorità alla rigenerazione della costa e del centro di Brindisi”, ha detto nel corso dell’incontro con i giornalisti, nella sala Giunta di Palazzo di città. “E poi una serie di interventi da definire dopo aver ascoltato il territorio, attraverso il coinvolgimento di associazioni di categorie, ordini professionali e cittadini”.

La falesia brindisina, estremamente friabile

“Il nostro primo obiettivo è restituire a Brindisi la litoranea: si tratta di dieci chilometri di costa per i quali restano le problematiche relative al rischio di crollo della falesia, al ripascimento così come alla necessità di rispettare l’ambiente circostanze e di garantire collegamenti in sicurezza con la città”, ha anticipato il sindaco. Questo primo progetto dovrebbe essere consegnato al ministero entro la fine del prossimo mese di settembre. Per quella data dovrebbe anche essere presentato il nuovo Documento di programmazione preliminare al piano urbanistico generale (Pug) che l’Ente ha rivisto e aggiornato dopo una serie di incontri con la città.

“Per questa prima tranche chiederemo finanziamenti per trenta-quaranta milioni di euro”, ha aggiunto Rossi. “Il Comune avrà anche l’assistenza tecnica necessaria per dare gambe al progetto”.

La seconda linea di interventi riguarderà la zona del centro, poco vivibile: “Si rendono necessarie azioni per il miglioramento della viabilità, degli accessi, e progetti per la realizzazione di nuovi parcheggi”. Praticamente una scommessa da vincere, dopo anni di tentativi falliti. Basti pensare all’idea dei posti auto “insilati” ossia ai parcheggi sotterranei e a quelli da ricavare all’interno del vecchio cinema Di Giulio o ancora in via del Mare.

“Anche la pavimentazione merita attenzione”, ha sottolineato il sindaco. “Il basolato non è adeguato alla carrabilità, né garantisce il giusto decoro, soprattutto nel periodo. Studieremo la soluzione migliore”.

Il rapporto con il Governo

Dopo aver ricucito lo strappo con il governo regionale e in particolare con Michele Emiliano, Rossi spera di riuscire ad avere lo stesso dialogo, diretto, con Roma. “I presupposti ci sono tutti”, dice. “Con il Cis abbiamo uno strumento speciale per accelerare gli investimenti, saltando i bandi: i progetti saranno presentati direttamente sui tavoli romani, dei ministeri competenti, da quello per la Programmazione economica a quello per le attività culturali”. Si parte ufficialmente la prossima settimana.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere contromano, un morto e due feriti: arrestato

  • Cattivi odori dalla lavatrice: alcuni rimedi naturali per eliminarli

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

Torna su
BrindisiReport è in caricamento