Il Consorzio di tutela dei vini Doc Brindisi e Squinzano si rafforza

La risposta delle aziende del territorio al problema di immagine legato alle vicende dell'indagine "Ghost Wine"

BRINDISI – Alla tempesta giudiziaria abbattutasi su alcune aziende del settore vitivinicolo tra lecce e Brindisi, con arresti, sequestri e ipotesi di produzione e traffico di prodotto adulterato, il principale presidio di tutela del vino salentino, Il Consorzio Doc Brindisi e Squinzano, risponde rafforzando la propria struttura che vigila sulla qualità del marchio.

Era dovuto a tutte le aziende che investono, lavorano onestamente, esportano e affermano sui mercati nazionali ed internazionali la qualità del vino delle province di Brindisi e Lecce, frutto della fatica di tanti coltivatori, e delle imprese di trasformazione.

“Tutelare il territorio e le denominazioni di origine che ad esso si richiamano – si legge in un comunicato del Consorzio Doc Brindisi e Squinzano – significa coltivare una visione lungimirante, significa investire sul futuro, significa preoccuparsi delle diverse comunità, significa subordinare al bene comune ogni interesse del singolo”.

logo consorzio Brindisi Doc Squinzano Doc-2

Nel Consorzio di tutela dei vini Doc Brindisi e Squinzano, presieduto da Angelo Maci, entrano Luigi Rubino di Tenute Rubino, Carmine Dipietrangelo di Tenute Lu Spada e Massimiliano Apollonio di Cantina Apollonio, che si aggiungono a Nicola Scarano, Antonio pennetta, Carmelo Dellimauri,  Salvatore Pecoraro, Cosimo Bonfrate, Giovanni Nardelli, marco pagano, Sergio Botrugno e Luigi Resta.

La preoccupazione delle aziende per i possibili effetti collaterali dell’indagine Ghost Wine è comprensibile, e l’obiettivo adesso è – salvo gli esiti processuali del caso – proteggere e difendere i brand di punta e la produzione vitivinicola di un’area che da anni ormai si fa conoscere e si afferma con le sue cantine, gli investimenti e le innovazioni sui mercati mondiali. A ciò è legato il futuro dei produttori, degli addetti, di parte importante dell’economia locale.

Potrebbe interessarti

  • Librerie fai da te: alcune idee

  • Conservazione dei cibi: sai quali sono quelli da tenere fuori dal frigo?

  • Open space: il frigorifero intelligente per la vostra casa

  • Bidoni della spazzatura: come pulirli e igienizzarli

I più letti della settimana

  • Lite in spiaggia: pugni e bastonate contro dipendenti di un lido

  • L'ammiraglio difende la Marina: "In Libia ci siamo. Il problema: i trafficanti"

  • Sulla pista dei furti di trattori: arrestato un allevatore

  • “Scu, nuove leve in gruppi tipo gangsteristico. Unione tra Brindisi e Lecce”

  • Muore sul tavolo operatorio dopo nove ore: avviate le indagini

  • Utenze domestiche: energie rinnovabili in comodato, paga la Regione

Torna su
BrindisiReport è in caricamento