Celeste e Studio 100: è divorzio

BRINDISI - Divorziati? Forse. Separati in casa? Probabile. Crisi passeggera? Vedremo. Che fine hanno fatto Antonio Celeste e Francesco Guadalupi, e perché Studio 100 non segue più il basket? È la domanda che da qualche settimana si fanno molti tifosi di pallacanestro brindisini. L’arcano è stato svelato da 48 ore: Celeste, il collega che insieme ad un valido gruppo di giovani ha portato l’emittente tarantina al successo, grazie alle dirette delle partite di basket, si è accasato altrove.

Antonio Celeste cronista di basket per Studio100

BRINDISI - Divorziati? Forse. Separati in casa? Probabile. Crisi passeggera? Vedremo. Che fine hanno fatto Antonio Celeste e Francesco Guadalupi, e perché Studio 100 non segue più il basket? È la domanda che da qualche settimana si fanno molti tifosi di pallacanestro brindisini. L’arcano è stato svelato da 48 ore: Celeste, il collega che insieme ad un valido gruppo di giovani ha portato l’emittente tarantina al successo, grazie alle dirette delle partite di basket, si è accasato altrove.

Per quattro partite curerà insieme a Guadalupi, per l’Enel Basket Brindisi, le dirette televisive dei biancazzurri che saranno trasmesse da Conto TV (a pagamento: 5 euro). La partita di domani, contro Pistoia, sarà la prima: per ora ci sono 300 prenotazioni, ma per poter sostenere tutti i costi bisognerebbe arrivare ad almeno 900 abbonati. Dunque tra i fratelli Cardamone ed il giornalista brindisino l’idillio è finito? Ecco la versione di Celeste: «Sono ancora in attesa di una decisione ufficiale. Risulto a tutt’oggi il capo della redazione brindisina, anche se sono noti i problemi della televisione. In questo quadro di incertezza ho ricevuto una proposta dalla società Enel Basket Brindisi e l’ho accettata».

Da Taranto fanno parlare il direttore Walter Baldacconi, che usa tutta la diplomazia che lo contraddistingue, ma dice cose leggermente diverse: «La collaborazione con Celeste è sospesa. L’Enel Basket Brindisi ha deciso di affidare le dirette a Conto Tv, e dunque finché Celeste collaborerà con altri non potrà farlo con noi, pur restando in ottimi rapporti con lui».

Quel che è certo è che da tempo Studio100 versa in non facili condizioni: nei mesi scorsi sono stati sequestrati alla società editrice 900mila euro per una inchiesta su presunte percezioni indebite di contributi sull’editoria. Gli editori, i fratelli Walter e Giancarlo Cardamone, hanno chiuso la redazione di Lecce e sospeso la programmazione di Salento Channel, poi la scure dei tagli si è abbattuta sulla redazione di Brindisi, dove da alcuni giorni il personale è sottoposto, a rotazione, a turni di cassa integrazione di 15 giorni.

Già un anno fa Celeste sparì dal video per qualche settimana, poi tornò a curare la sua seguitissima trasmissione Terzo Tempo. L’editore all’epoca, per porre fine a voci di popolo inerenti mancati pagamenti, emise un comunicato stampa che respingeva ogni illazione su presunti problemi economici tra le parti. Celeste tornò in video. Come andrà a finire questa volta?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giallo di Ceglie: i due rumeni si sarebbero uccisi a vicenda

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Inseguimento si conclude con scontro frontale: un arresto

  • Incidente sulla superstrada, auto contro alberi: grave un giovane

  • Esplosi colpi di arma da fuoco nel centro abitato: si indaga

  • Incidente sulla circonvallazione: giovane motociclista in ospedale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento