Archeosub, corsi nel mare di Egnazia

FASANO - Per una settimana, dal 18 al 24 luglio, sarà possibile scoprire il patrimonio archeologico subacqueo di Egnazia, il sito archeologico che si trova lungo la costa di Fasano.

La locandina del corso di archeosub

FASANO - Per una settimana, dal 18 al 24 luglio, sarà possibile scoprire il patrimonio archeologico subacqueo di Egnazia, il sito archeologico che si trova lungo la costa di Fasano.

Ma il progetto "Settimana dell'archeologia subacquea in Puglia: Egnazia sommersa", è organizzata dal Centro Sub Corato, dalle associazioni "Vedetta sul Mediterraneo" di Giovinazzo (Bari), "Marenostrum Puglia" e Archeoclub d'Italia, in collaborazione con la Soprintendenza per i beni archeologici della Puglia, la Sigea Puglia e l'Organizzazione di archeologia subacquea speleologica (Asso).

Il progetto - è detto in una nota - si articola in tre moduli: dal 18 al 21 luglio si svolgeranno cinque seminari presso l'associazione "Vedetta sul Mediterraneo" di Giovinazzo, tenuti da esperti che illustreranno gli aspetti dell'archeologia subacquea in Puglia, le ricerche, i ritrovamenti archeologici, la tutela del patrimonio archeologico sommerso, il cantiere subacqueo.Vi potranno partecipare studenti di archeologia, soci di Archeoclub, appassionati e cultori di archeologia subacquea e subacquei di primo livello.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal 22 al 24 luglio si svolgeranno tre esercitazioni pratiche negli scavi di Egnazia alle quali potranno partecipare subacquei con brevetto di almeno primo livello. Nello stesso sito dal 27 al 31 agosto sarà possibile realizzare una mappatura ed un percorso guidato a cura dell'Asso di Roma. Il progetto, a scadenza pluriennale - conclude la nota - si propone di valorizzare l'archeologia subacquea in Puglia, curare la formazione di un nucleo di appassionati di archeologia subacquea e sviluppare l'identificazione di siti per la realizzazione di un percorso guidato sui resti dell'antico porto romano di Egnazia, da interfacciare con il parco archeologico terrestre, per una visione d'insieme dell'importante sito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavori agricoli, arriva il sì dalla Regione: "attività indifferibili"

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Paziente muore in ambulanza. Sgomberata Pneumologia

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

  • Scu, si è suicidato il pentito Sandro Campana: accusò il fratello Francesco

  • Coronavirus: muore un ragioniere, Carovigno piange un'altra vittima

Torna su
BrindisiReport è in caricamento