Le contrade di collina tra Fasano e Monopoli

FASANO - Approfondire il passato del territorio di Fasano attraverso la storia delle aree di confine con Monopoli è l’obiettivo del nuovo incontro organizzato dalla sezione fasanese “G. Marangelli” della Società di Storia Patria per la Puglia, in collaborazione con l’Associazione Pro Selva.

Due territori comunali che si uniscono in un confine che dalla ‘marina’ di Egnazia sale sulla collina murgiana sud-orientale, dove l’altipiano si eleva a circa 400 m. s.l.m., a SW dell’abitato di Fasano, sino ai confini dei territori di Alberobello, con la contrada Canale di Pirro, di Locorotondo, con la contrada Laureto, e della stessa Monopoli, con le contrade Balice e Monte Guarini a Selva.

Il prof. Giovanni Brescia, docente e studioso di storia locale, relazionerà su vicende secolari di quell’Ager ignatinus che, dal mare alla collina, si evolve tra limes, privilegi, bolle papali, possedimenti, atti notarili, divisioni demaniali, controversie tra pastori, contadini e nobili proprietari terrieri. Un passato che ci ha lasciato toponimi, masserie, agglomerati rurali che, pur modificati dal tempo e dall’uomo, meritano di essere conosciuti per non cancellarne le tracce identitarie millenarie ed accogliere con consapevolezza il nostro tempo.

L’incontro, aperto a tutti, si svolgerà giovedì 5 marzo 2020, alle ore 17,30 nella Sala di rappresentanza del Palazzo Municipale di Fasano.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Il teatro è servito: la programmazione del Kopò

    • dal 12 ottobre 2019 al 10 maggio 2020
    • Teatro Kopó Brindisi
  • Tour di spettacoli a Brindisi con il Performing Arts Festival, prima edizione

    • dal 28 novembre 2019 al 26 aprile 2020
  • Sei spettacoli per la nuova stagione di prosa a Ceglie

    • dal 17 gennaio al 5 aprile 2020
    • teatro comunale
  • Terza rassegna teatrale “Domenico Modugno” al don Bosco di San Pietro

    • dal 19 gennaio al 18 aprile 2020
    • teatro DonBosco
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento