Lezioni di organo a Beirut per Prontera

BRINDISI - Il maestro brindisino Cosimo Prontera è tornato da Beirut in Libano dove ha tenuto una master class in organo o pipe organ.

Cosimo Prontera con padre Khalil

BRINDISI - Il maestro brindisino Cosimo Prontera è tornato da Beirut in Libano dove ha tenuto una master class in organo o pipe organ, così è indicato nel idioma anglosassone su invito avanzato dall'ambasciata italiana per il tramite dell'Istituto di Cultura Italiano.

Il maestro Cosimo Prontera ha insegnato alla Ndu - Notre Dame University -, una università cristiano maronita che conta quasi ottomila iscritti, tenendo i corsi presso la chiesa annessa visto che anche in quell'area gli organi a canne sono ad esclusivo vantaggio dei luoghi sacri come del resto anche in Italia. Si è trattato di un lavoro molto interessante svolto di fronte ad alunni affascinati dalla musica e particolarmente conquistati dalla cultura organistica europea ed italiana in particolare.

La master class si è svolta in dieci giorni concludendosi il 2 di marzo e si è tenuta su un organo della famiglia Tamburini, una delle più prestigiose case costruttrici italiane. L'invito al maestro Prontera è scaturito dopo un concerto tenuto a Roma dove alla fine, il director of music school of the Notre Dame University di Beyrout, padre Khalil Rhame, gli mostrava estremo interesse per l'esecuzione esternandogli il desiderio di averlo a Beirut per un master class.

Essere stato individuato dall’ambasciata italiana, con i criteri di stretto filtro dell'Istituto di Cultura, è stato un notevole privilegio ed un importante riconoscimento all’intensa attività svolta nel corso degli anni dal maestro brindisino nel settore della musica antica, e non solo, ed in particolare con la specializzazione in organo e in clavicembalo, anche in qualità di direttore del rinomato Barocco Festival Leonardo Leo.

Un riconoscimento che giunge dopo gli straordinari successi ottenuti dal maestro Prontera a Londra, dove è stato uno dei pochi italiani ad esibirsi nella Haendel House Museum per il decennale dell’apertura della casa di Haendel, ai concerti del Quirinale, trasmessi in diretta da Radio Rai Tre e dai canali internazionali dell’Ebu, a Basilea, con un concerto trasmesso dalla radio nazionale svizzera e poi ancora Lisbona, Tunisi, Amsterdam, Istambul per citarne alcuni.

L’Istituto di Cultura Italiano è particolarmente attivo in Beirut dove in questi giorni si è svolta la settimana per il cinema italiano in coproduzione col Festival del Cinema di Venezia e la messa in scena dell’opera “Cavalleria Rusticana” di Pietro Mascagni con maestranze italiane e quelle libanesi. Sotto l’alto patronato dell’ambasciata Italiana in libano si è svolta in contemporanea e con grande successo, una settimana organizzata da “Puglia promozione” in cui sono stati presentati i prodotti pugliesi degustati sempre con vini della nostra terra. La Ndu – Notre Dame University – ha previsto nuovi appuntamenti col maestro Prontera per tutto il 2014.

 

 

 

 

 

 

 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Altri sette casi positivi nel Brindisino sui 10 registrati in Puglia

  • Altri sei contagi e due morti nel Brindisino. Dati in calo nel resto della Puglia

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento