San Vito dei Normanni: inaugurata la scalinata della legalità

La scuola secondaria di primo grado Buonsanto ha aderito all'iniziativa editoriale #Ioleggoperche# e al progetto extracurricolare Spazio della legalità 

SAN VITO DEI NORMANNI - É difficile ma ogni seme di legalità piantato nel cuore  di un ragazzo è un gesto di attenzione per tutto il territorio e per il futuro di un intero paese. È questo lo spirito dell'iniziativa “La scalinata della legalità” promossa dalla scuola secondaria di primo grado Buonsanto, a San Vito dei Normanni, nell'ambito dell'iniziativa editoriale #Ioleggoperche# e del progetto extracurricolare Spazio della legalità. 

L'educazione alla legalità non può essere intesa come un fatto episodico ed estemporaneo ma deve permeare ogni gesto quotidiano a tutte le età.  È per questo che Il dirigente scolastico, professor Pasquale Napolitano, e i docenti della Scuola Buonsanto hanno deciso di trasformare i gradini d'ingresso dell'Istituto in pietre d'inciampo.

Scalinata legalità scuola Buonsanto 3-2

Sette nomi di vittime di mafia e criminalità, uno per ciascun gradino, sono da giovedì 24 ottobre una installazione permanente.  Ogni volta che entreranno a scuola, i ragazzi leggeranno i nomi di Angelo Vassallo, sindaco, Renata Fonte, assessore comunale, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, magistrati, Peppino Impastato, libero cittadino e fondatore di radio aut, Don Pino Puglisi, parroco di Brancaccio, Giancarlo Siani, giornalista: tutti "eroi quotidiani", loro malgrado, perché hanno difeso il proprio territorio e lottato contro le logiche criminali.
Nella stessa occasione è stata inaugurata un'opera interamente realizzata dai ragazzi con tappi di plastica riciclati e dedicata al Sindaco pescatore. Un modo alternativo ma efficace per compiere piccoli passi consapevoli nel rispetto della legalità  e nella tutela dell'ambiente. Un compito formativo in cui la Scuola Buonsanto  sceglie di essere in prima linea. 

Scalinata legalità scuola Buonsanto 2-2-2

La cerimonia si è svolta alla presenza del sindaco Domenico Conte e del presidente del consiglio comunale Piero Iaia, del Presidente  di AciasAngelo Tedesco, del maresciallo dei carabinieri Antonio Palma, del Consigliere Salvatore Musa. Leggere è il primo modo per intraprendere percorsi formativi di legalità e gli intervenuti hanno inoltre potuto acquistare e donare un libro alla Biblioteca della Scuola grazie al panchetto allestito in collaborazione con la libreria Mondadori Point di Franco Semeraro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Aeronautica Militare: terzo posto per una studentessa brindisina

  • Francavilla Fontana, il liceo Ribezzo finalista ai Comix Games

  • Torna il Coro dei ragazzi della Rete Orpheus, anche a distanza

  • Francavilla Fontana, “G. Calò”: potenziamento di economia aziendale

  • Giochi della chimica da remoto: il Giorgi primo in provincia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento