L’Ordine dei farmacisti in classe per il “Progetto Majorana”

Otto incontri con gli studenti per conoscere l’affascinante professione del farmacista e le tante sfide che è chiamato ad affrontare nella nostra epoca

BRINDISI - Otto incontri in classe per conoscere l’affascinante professione del farmacista e le tante sfide che è chiamato ad affrontare nella nostra epoca. Si è concluso ieri, giovedì 26 settembre, il ciclo di incontri curati dall’Ordine dei Farmacisti di Brindisi con i ragazzi dell’Istituto tecnico Majorana. Una serie di momenti formativi e di confronto con le nuove generazioni fortemente voluti dal Presidente dell’Ordine Antonio Di Noi, da sempre convinto sostenitore di una nuova figura del farmacista «non più limitato all’attività di banco ma aperto alla formazione del cittadino e dispensatore di salute e benessere». 

Una missione pienamente condivisa dalla direzione scolastica del Majorana, istituto a più riprese riconosciuto tra le principali eccellenze italiane, che ha voluto coinvolgere nel progetto le classi quarte delle sezioni A e B ad indirizzo biotecnologico e sanitario.

Il percorso è partito lo scorso giugno con una lezione dello stesso presidente Di Noi sulla «Storia della farmacia». Gli altri incontri hanno affrontato gli aspetti storici e scientifici dei vaccini (dott.sse Giovanna Lucarelli e Germana Palmisano), la storia dei farmaci (dott.sse Manuela Tomaselli e Stefania Agrimi), l’uso terapeutico di cannabis (dott.ssa Clementina Resta), il corretto uso dei medicinali (dr. Benedetto Laterza e dott.ssa Silvia Macchitella), il ruolo di una corretta nutrizione (dott.ssa Lucia D’Amico) e la corretta modalità di esposizione e protezione ai raggi del sole. Quest’ultimo incontro, tenuto dalle dott.sse Silvia Macchitella e Giovanna Lucarelli, è stato parte della campagna di prevenzione #SoleCONAmore lanciata dalla Associazione Italiana Oncologia Medica - Aiom. 

Hanno partecipato agli incontri anche i tutor Silvia Camon, Annamaria Ignazzi e Michele Messina. 

Ieri l’appuntamento conclusivo: un dialogo con i ragazzi guidato dal presidente dell’Ordine Antonio Di Noi con la partecipazione di tutti i farmacisti relatori agli incontri precedenti. Il tema del confronto, scelto da tempo dai curatori del Progetto ed in questi giorni tornato in primo piano nelle cronache, è stato «riconoscere ed evitare le fake news in ambito medico e farmacologico».

«Siamo grati alla direzione didattica del Majorana, al Preside dello scorso anno scolastico Girolamo D’Errico, al ritrovato Preside Salvatore Giuliano e alle due coordinatrici del Progetto le professoresse Rizzo e Nocco – ha commentato il Presidente Antonio Di Noi – per l’opportunità di condividere con i ragazzi questa nuova visione della nostra professione e le tante sfide che ci accompagnano.
 Un particolare ringraziamento ed apprezzamento consentitemi di farlo ai tutti i miei giovani farmacisti per l’entusiasmo, le competenze e l’impegno che hanno profuso in questo progetto.

L’interesse e la curiosità dei ragazzi – ha concluso il presidente Di Noi - ci motivano a continuare a curare con nuovi appuntamenti la nostra vocazione divulgatrice e formativa per la crescita sociale del nostro territorio al quale anche i farmacisti possono dare un forte contributo».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mesagne, al via corsi di formazione gratuiti per qualifiche nel settore dell'agricoltura

  • Meccatronico, al via i corsi per under 30: cinquanta posti disponibili

  • Latiano, corsi gratuiti per zootecnia e operatori museali

  • La famiglia Pugliese porta la vendemmia nelle scuole

  • Mesagne, raddoppiate a sei mesi le borse lavoro per i cittadini svantaggiati

  • Francavilla Fontana, il primo diario finanziato dal Comune

Torna su
BrindisiReport è in caricamento