Il meraviglioso mondo degli animali selvatici di Torre Guaceto

Un video mostra un maschio di folaga che nutre i suoi piccoli e questi che lo inseguono insistentemente per arraffare un po’ di cibo

TORRE GUACETO - Immagini video che commuovono. Un maschio di folaga che nutre i suoi piccoli e questi che lo inseguono insistentemente per arraffare un po’ di cibo. Uno dei pulli è meno fortunato dell’altro, il fratello è più veloce di lui ad afferrare il bottino con il becco, allora non si allontana dal padre, gli salta addosso per ricevere un’altra razione. 

Pochi frame che sono una finestra sul meraviglioso mondo degli animali selvatici di Torre Guaceto e che fanno riflettere su quanto tutti i piccoli, a prescindere dalla specie di appartenenza, si somiglino un po’ tra loro.

Momenti che inteneriscono ed inorgogliscono il Consorzio di Gestione della Riserva che, già dalla sua nascita, ha lavorato per il ripristino della zona umida dell’area protetta, bonificata e distrutta negli anni ’30, e che oggi si prepara ad ampliarla ulteriormente mettendo in campo nuovi interventi di ingegneria naturalistica. Quanto al comportamento ripreso in video se da un lato è straordinario per chi osserva il padre nutrire i piccoli, dall’altro è piuttosto comune. Nella specie delle folaghe, infatti, entrambi i genitori sono deputati alla cura dei pulli e, quindi, anche al loro sostentamento. 

Il video 

La folaga nidifica sulle piante galleggianti presenti all’interno dei chiari d’acqua e per costruire gli stessi nidi si serve di frammenti di vegetazione, della quale tra l’altro si nutre. Depone abitualmente 5-6 uova alla volta e la loro grandezza è molto simile a quelle di gallina. Appena nati, a circa 20 giorni dalla deposizione, i pulcini sono già in grado di muoversi autonomamente e nuotare, infatti, iniziano sin da subito a seguire i genitori nella ricerca del cibo. Quando poi questi lanciano l’allarme all’avvicinarsi di un falco o con il presentarsi di un potenziale pericolo, i piccoli nuotano velocemente andando a nascondersi tra le piante. 

La folaga ha piume di colore nero e becco bianco come la parte cornea che ne caratterizza la fronte, più grande nel maschio. Le sue zampe sono lombate, caratteristica che sì la agevola durante il nuoto, ma le permette anche di muoversi sulla terra ferma e di arrampicarsi sulla vegetazione.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Appena nati, i piccoli sono caratterizzati da un piumaggio giallo che con il tempo si fa nero, ad eccezione della testa che resta a lungo rossa, come quella dei piccoli ripresi in video.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Ceglie Messapica. Al San Raffaele positiva una fisioterapista. Altri in quarantena

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • Cinque nuovi casi in provincia di Brindisi, nessuna persona deceduta

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

Torna su
BrindisiReport è in caricamento