Amministrative in provincia: la situazione nei Comuni al voto

La data ‘x’ per il rinnovo dei consigli comunali nel Brindisino si avvicina. Si tratta di Ceglie, San Vito, Latiano ed Erchie

A rinnovare la guida della propria amministrazione in primavera ( data da definire tra metà maggio e metà giugno) ci saranno cinque Comuni della provincia di Brindisi: Ceglie Messapica, San Vito dei Normanni e Latiano dove si dovrà andare al ballottaggio in caso di non raggiungimento del quorum ed Erchie dove si decide tutto in un unico turno. Poche le certezze, ancora, in tutti i Comuni, molto probabilmente perché si attende la decisione sul candidato alla presidenza della regione Puglia per l’area di centrodestra dove non è chiara, in particolare, la posizione della Lega Salvini Premier sul nome di Raffaele Fitto fortemente voluto e blindato da Fratelli d’Italia. Le elezioni amministrative, però, rappresentano il principale banco di prova per partiti e coalizioni, soprattutto, a livello provinciale.

Ceglie Messapica

Partendo dalla città d’arte e terra di gastronomia, dopo la caduta di Luigi Caroli lo scorso 3 ottobre ad opera di 9 consiglieri comunali (due della maggioranza) ai nastri di partenza, almeno al momento, ci sono Angelo Palmisano, già vice di Caroli e Francesco Locorotondo. Il primo ha al suo fianco tutta la squadra uscente e dovrebbe contare su cinque liste tra civiche e partiti nazionali come Forza Italia e Fratelli d’Italia.

Angelo Palmisano-2

L’assicuratore Francesco Locorotondo, invece, ha lanciato la sua campagna elettorale via social alcuni giorni fa ma senza simboli di partito. Dovrebbe essere sostenuto da Lega, che non avrebbe, ancora, sciolto le riserve ed una civica in costruzione. Naufragato, infine, il progetto di un terzo polo civico che aveva visto sedersi attorno al tavolo esponenti del centrodestra e del centrosinistra. Solo l'associazione politica “Rigenera Ceglie”, a quanto pare, è la sola dell'area centrosinistra, impegnata a costruire un programma condiviso con i cittadini.

San Vito dei Normanni

Potrebbe rinunciare al bis Domenico Conte, sindaco di San Vito dei Normanni per sostenere Michele Emiliano nella competizione regionale. A Conte, infatti, scelto nel 2015 come esponente della società civile, potrebbe toccare un posto nella lista del Partito Democratico o in quella del presidente ma i giochi sono, ancora, tutti aperti.

Silvana-Errico-3

Per il centrodestra, invece, la candidata dovrebbe essere Silvana Errico anche se qualcuno aveva tentato la carta Antonello Trizza che avrebbe, però, declinato l’invito. A lavoro, anche, il Movimento 5 Stelle con l’attuale consigliere comunale Marco Ruggiero e si vocifera, poi, la discesa in campo di un gruppo civico capeggiato da un noto imprenditore. 

Latiano

Non pochi i movimenti nella città di Bartolo Longo dove dovrebbero essere tre gli sfidanti del sindaco uscente Cosimo Maiorano che ha ottenuto, già, il sostegno del Partito Democratico e non è escluso l’avvicinamento di esponenti legati alla Lega e a Fratelli d’Italia. Della partita sarà Salvatore De Punzio, bastone della salvezza di Maiorano con il ribaltone nel febbraio 2017, che ha ufficializzato la propria candidatura durante una serata appositamente organizzata presso una nota sala ricevimenti. "Non rinnego nulla di tutto ciò che abbiamo fatto in questi anni con l'amministrazione Maiorano - ha dichiarato De Punzio - ho voluto però fare questa scelta di autonomia, perchè credo che ci sia nella politica latianese un forte senso di smarrimento".

locorotondo_michele-2

Secondo indiscrezioni si starebbe creando, poi, un gruppo con persone nuove della società civile accanto all’ex assessore all’ambiente Michele Locorotondo pronto a presentare un programma rinnovato rispetto alla politica del passato. Non è esclusa la discesa in campo dell’avvocato Claudio Ruggiero.

Erchie

Sarà Chiara Saracino una delle prossime contendenti alla carica di sindaco di Erchie. 37 anni, commercialista, vice dell’attuale sindaco Giuseppe Margheriti che chiude la sua esperienza di primo cittadino dopo ben tre mandati (2007, 2012 e 2015).

chiara saracino-3

Intenzionata a fare bene, la Saracino sarà impegnata nelle prossime settimane a raccogliere idee e competenze per il futuro degli ercolani. Tra i probabili sfidanti della Saracino, Giuseppe Polito e un outsider fuori da ogni logica politica. 

Cellino San Marco 

Scadrà, invece, a novembre il mandato del primo cittadino Tonino De Luca che, con ogni probabilità, avrà la strada in discesa per la ricandidatura alle amministrative del 2021. Dopo la parentesi legata allo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose con l’arresto e la detenzione domiciliare per l’ex sindaco Francesco Cascione, i cellinesi nel 2015 scelsero De Luca con quasi il 70% delle preferenze su ben quattro sfidanti: Gianluca Budano, Rosalba Gatto, Lorenzo Mazzotta e Luisa De Mariani. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva smarrito la bici e scritto un biglietto per ritrovarla: la polizia gliene regala una nuova

  • La spiaggia libera? E' mia, e me la gestisco io

  • Brindisi: i carabinieri scoprono undici furbetti del reddito di cittadinanza

  • Furti d'auto in trasferta: identificati e arrestati due brindisini

  • Dal cantiere alle campagne: arrestati i vertici dell'Anonima rifiuti

  • Notte movimentata: rissa tra giovani e spari contro un'auto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento