Ferrarese, via all'operazione rilancio

BRINDISI – Noi Centro e il Nuovo Centrodestra di Ferrarese chiedono a Consales di cambiare tutta la giunta, compresi gli assessori che hanno ben lavorato. Una follia tutta brindisina, che trasforma la crisi in barzelletta. La mossa ha due finalità: liberarsi di Ecclesie e Iaia, e smarcarsi dal Pd. Intanto il patròn pensa anche a riprendersi la presidenza della New Basket...

Enzo Ecclesie

BRINDISI – Noi Centro e il Nuovo Centrodestra che fa capo a Massimo Ferrarese chiedono al sindaco Mimmo Consales di cambiare tutta la giunta, compresi gli assessori che hanno lavorato bene. Una follia tutta brindisina, che trasforma questa crisi in una barzelletta.

La mossa dei centristi migrati nelle braccia di Alfano, che venerdì avevano dato mandato al sindaco per un cambiamento ma senza imporre il ricambio totale degli assessori (che sarebbe stato deciso dai singoli partiti) è dettata da due motivazioni.

ASSESSORI DA CAMBIARE – Tra i fedeli di Ferrarese sta accadendo esattamente ciò che accadde quando la vicesindaco Paola Baldassarre fu estromessa dall’esecutivo: nell’Udc e in Noi Centro erano in tanti a non volerla, ma nessuno aveva il coraggio di dirglielo, e così il segretario Ciro Argese aprì la crisi e scaricò la patate bollente al sindaco. Ma la Baldassarre, non essendo certo una persona stupida (anzi, tutt’altro) sapeva perfettamente come stavano le cose. Tanto è vero che ieri è stata vista alla presentazione del Nuovo centrodestra di Maurizio Friolo.

Anche oggi Ferrarese e i suoi vogliono liberarsi di Raffaele Iaia, indagato, e perfino di Enzo Ecclesie, che non risponderebbe al partito-movimento e che da assessore ai Lavori pubblici (e uomo del patròn) avrebbe dovuto risolvere il problema dell’ampliamento del Pala Pentassuglia.

Ma nessuno ha la forza e la faccia per imporre, o quanto meno chiedere, il ritiro dei due assessori. E così si tira fuori dal cappello la mossa del ricambio totale della giunta. Un film già visto.

BYE BYE LABORATORIO – Se Consales non accetterà il ricambio totale, compresa la sostituzione di due assessori che hanno ben lavorato, come Lino Luperti (all’Urbanistica) e Carmela Lomartire (al Bilancio), i centristi avranno la scusa per togliere la fiducia al sindaco, ovviamente ergendosi a esempi del nuovo che avanza. In questo modo potranno smarcarsi dal centrosinistra e dal Pd e andare al voto con la destra, dove il vuoto di potere creatosi con lo sfaldamento del Pdl consentirebbe a Ferrarese & Company di dettare regole e candidature.

Il patròn farà saltare il banco, e questo è il momento migliore per farlo, perché Consales è azzoppato dalle inchieste, il Pd non ha all’orizzonte uomini forti e Forza Italia a Brindisi è allo sbando. L’operazione rilancio può partire. E secondo indiscrezioni prevederebbe anche il ritorno dell’ex presidente della Provincia al timone della New Basket Brindisi. Perché una squadra che può restare ai primi posti della Lega A è una vetrina da non perdere. Ma prima bisogna sistemare i conti societari...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Inseguimento si conclude con arresto, denunce e ritrovamento di auto rubata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento