Il segretario dei giovani lascia Fli

BRINDISI - Lascia Generazione Futuro, di cui è stato sino ad oggi il responsabile provinciale, e Futuro e Libertà, con una breve nota alla stampa in cui si dice deluso degli esiti dell'operazione condotta da Gianfranco Fini, anche se arricchito di esperienza, e conservando la stima per alcuni esponenti nazionali di Fli. Marco Mitrugno, nel contempo, annuncia che manterrà costamnte il proprio impegno per la costruzione di um nuovo soggetto politico liberale, riformatore e repubblicano.

Marco Mitrugno

BRINDISI - Lascia Generazione Futuro, di cui è stato sino ad oggi il responsabile provinciale, e Futuro e Libertà, con una breve nota alla stampa in cui si dice deluso degli esiti dell'operazione condotta da Gianfranco Fini, anche se arricchito di esperienza, e conservando la stima per alcuni esponenti nazionali di Fli. Marco Mitrugno, nel contempo, annuncia che manterrà costante il proprio impegno per la costruzione di un nuovo soggetto politico liberale, riformatore e repubblicano.

"Dopo una lunga riflessione ho inviato agli organi nazionali e locali del partito la mia lettera di dimissioni da commissario provinciale di Generazione Futuro e membro del coordinamento provinciale di Futuro e Libertà. Avevo aderito al progetto di Gianfranco Fini - spiega Mitrugno - fin da subito: avevo visto nello strappo finiano l'embrione che avrebbe potuto far nascere un movimento europeista, liberale, repubblicano e riformatore".

"Purtroppo così non è stato. La classe dirigente si è arroccata in posizioni autoreferenziali, non includendo ma escludendo. Si sono riviste vecchie nostalgie aennine - prosegue l'ormai ex segretario di Generazione Futuro - e ciò ha portato l'ingresso all'interno del partito di facce vecchie che anzichè guardare al futuro guardano al passato, tentando di ricostruire la vecchia Alleanza Nazionale, lasciando da parte le aperture del presidente Fini sui diritti civili in primis".

"La scelta non è stata semplice: questa esperienza mi ha fatto crescere dal punto di vista umano e politico, mi ha regalato opportunità che in passato non avevo mai avuto. Ho avviato collaboriazioni con vari webmagazine: partendo dall'ambizioso progetto del sito di Generazione Giovani, passando per Il Patto Sociale, Il Futurista e il think thank Libertiamo. Rimane immutata la stima per persone come Enzo Raisi, Benedetto Della Vedova, Giulia Bongiorno, Cristiana Muscardini, Flavia Perina e Umberto Croppi". Conclude Mitrugno.  "Ora mi concentrerò sulla crescita dell’associazione ZeroPositivo e sulla nascita di quel partito liberale, riformatore, repubblicano che l'Italia non ha mai avuto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz dei carabinieri contro la Scu: 37 arresti per droga, armi ed estorsioni

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Cellino, nuovo boato nella notte: bomba carta fatta esplodere per strada

  • Operazione Synedrium: i pizzini, le armi e il ruolo delle donne

  • Furto di trattore si conclude con inseguimento, incidente e arresto

  • Synedrium: “Estorsioni anche agli ambulanti del mercato di Sant’Elia”

Torna su
BrindisiReport è in caricamento