Rette asili nido ed evasione dei tributi comunali: le novità

Seduta del consiglio comunale: congelati gli aumenti delle rette per i nido; rateizzazioni fino a 72 mesi per i commercianti morosi; desione unanime del consiglio comunale al ricordo delle vittime delle Foibe

BRINDISI – Congelato l’aumento delle rette per gli asili nido. Modifica al regolamento sulla riscossione delle entrate comunali, applicando le nuove disposizioni di legge che prevedono la possibilità di rateizzare fino a un massimo di 72 mesi i debiti contratti dai commercianti con l’amministrazione comunale. Adesione al giorno del ricordo in memoria delle vittime delle foibe.

Queste alcune fra le questioni dibattute nel corso dell’odierna seduta del consiglio comunale di Brindisi, seguita, almeno nella fase iniziale, da decine di cittadini che hanno partecipato al raduno organizzato dai promotori del gruppo Facebook “Scendiamo in piazza”. La pagina, in meno di una settimana, ha ottenuto più di 4mila adesioni sul social network. Alla luce di tali numeri era lecito aspettarsi una partecipazione più massiccia al sit in che si è svolto nel primo pomeriggio all’esterno di Palazzo di città, dove uno dei promotori dell’iniziativa, Massimo Marzo, ha parlato degli obiettivi perseguiti dal gruppo. Dopo il breve ritrovo in piazza Matteotti, i cittadini si sono spostati all’interno dell’aula consiliare, riempiendo la parte riservata al pubblico. 

Pubblico consiglio comunale Brindisi-2

Il ricordo dell'architetto Attolini

La seduta si è aperta con un minuto di silenzio in memoria dell’architetto Sergio Attolini, venuto a mancare la scorsa settimana, all’età di 81 anni.  Attolini, dapprima dirigente del settore Urbanitica del Comune di Brindisi per 48 anni, in seguito costituì la ripartizione del settore Trasporti e viabilità. E' stato inoltre dirigente del Comune di Ceglie Messapica. Fine ed esperto urbanista, ha curato lo sviluppo di tre piani regolatori. A lui si devono le pianificazioni infrastrutturali e le proposte progettuali cardine degli ultimi cinquant'anni come: il progetto di riqualificazione del Collegio Tommaseo, il Piano dei Trasporti e dei parcheggi, della Tranvia di Superficie e del Nuovo Teatro Verdi e di numerose iniziative monumentali. E' stato il maggior esponente e relatore nel settore che la Città di Brindisi ricordi e unanimemente riconosciuto a livello locale e nazionale.

Sergio Attolini-2

Asili nido: congelato l'aumento delle rette

Dopo il sentito momento di raccoglimento, il primo cittadino, come anticipato nei giorni scorsi alla stampa, ha annunciato il congelamento dell’aumento della retta per l'accesso agli asili nido. “Prendiamo atto – ha affermato Rossi – che i decreti attuativi sui bonus introdotti dal governo ancora non ci sono. Verificheremo come e in che modo rivedere le tariffe, per capire in che modo l’Inps applicherà i decreti attuativi per i vari bonus”. Su tale argomento i consiglieri del Movimento 5 stelle hanno presentato un ordine del giorno urgente tramite il quale si chiedeva al sindaco e alla giunta il ritiro della delibera in cui vengono determinale le nuove tariffe, con effetto immediato. L’ordine del giorno, però, non è stato ammesso, poiché non sono stati respinti i requisiti d’urgenza. 

Tributi comunali: rateizzazione fino a 72 mesi

Ammesso invece l’ordine del giorno urgente presentato da Massimiliano Oggiano (Fratelli d’Italia) e da altri consiglieri d’opposizione, riguardo alla sospensione dell’applicazione del regolamento per la disciplina e l’attuazione delle misure preventive per il contrasto all’evasione ed elusione dei tributi comunali”.

Tale regolamento è stato fortemente osteggiato dalle associazioni di categoria. La questione è stata al centro di una commissione consiliare congiunta Attività produttive e Bilancio, con la presenza delle stesse associazioni e di esponenti della giunta, che si è svolta in mattinata. “Dopo un partecipato e proficuo confronto tra le parti – si legge nell’ordine del giorno urgente – sono emerse una serie di oggettive criticità (molte delle quali condivise in maniera unanime), riferibili all’applicazione del regolamento in questione, che se non affrontate in tempi rapidi rischiano di mettere ulteriormente in crisi un settore quale quello delle piccole e medie attività commerciali, già in sofferenza congiunturale”. 

Tutto ciò ha portato le opposizioni a richiedere una sospensione di 90 giorni dell’applicazione del regolamento. La maggioranza ha invece presentato un emendamento, approvato con soli voti della stessa maggioranza, che rigetta la proposta di moratoria, impegnando il sindaco: “a confermare con le organizzazioni di categoria ulteriore incontro entro i prossimi 15 giorni”; a “provvedere nel frattempo a modificare il regolamento delle entrate tributare, adeguando la sezione relativa alla rateizzazione dei tributi alle nuove disposizioni di legge che prevedono rateizzazioni fino a 72 mesi”; “a predisporre conseguentemente eventuali misure correttive agli effetti del regolamento per il contrasto all’evasione dei tributi sulle tempistiche di riscossione”. 

Foibe: adesione al Giorno del ricordo

Approvato all’unanimità, invece, l’ordine del giorno presentato da Ercole Saponaro (Lega), Massimiliano Oggiano (Fratelli d’Italia) e altri consiglieri d’opposizione, sull’adesione al Giorno del ricordo. Anche quest’anno, infatti, il “Comitato 10 Febbraio” ha tenuto in tutta Italia una serie di eventi e manifestazioni “per celebrare adeguatamente – si legge nel documento – la legge n. 92 del 30 marzo 2004 (Legge Menia) voluta per ricordare il martirio di migliaia di nostri connazionale sottoposti a feroce pulizia etnica nei territori della ex Jogoslavia, durante il secondo conflitto mondiale, scaraventati in gruppi legati da fil di ferro, spessissimo ancora vivi, nelle tristemente famose Foibe, voragini carsiche di cui è costellato quel territorio, e per ricordare gli oltre 350mile esuli che dovettero abbandonare quelle terre ed ogni avere, per sfuggire al massacro, e mossi da amore per la patria preferirono anni di esilio pur di trascorrere il resto della loro vita sul suolo italiano”. 

Ercole Saponaro-3

Presieduto da Cesare Mevoli, il “Comitato 10 Febbraio” da decenni è attivo anche a Brindisi, come testimoniato da una targa in marmo affissa, a spese dello stesso comitato, in una strada del rione Sant’Angelo intitolata, grazie sempre all’impegno del Comitato ai “Martiri delle Foibe”.

Giorno ricordo Foibe Brindisi-2

Anche oggi, in presenza di alcuni esuli viventi e di alcuni loro discendenti, è avvenuta la deposizione di un fascio di fiori tricolore ai piedi della targa, al termine di una messa a suffragio. Per l’occasione, il sindaco e il consigliere comunale, come si legge un emendamento della maggioranza accolto anche dall’opposizione, si sono impegnati a “partecipare con un proprio rappresentante ufficialmente incaricato alle celebrazioni” e a “deporre una corona/cuscino con i colori cittadini a testimonianza di detta partecipazione”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento