Bandiere Blu: ecco le spiagge premiate in provincia di Brindisi

Confermate le Bandiere Blu ai Comuni di Carovigno, Ostuni e Fasano, per un totale di 11 località. Riconoscimento anche per il porticciolo Marina di Brindisi

La spiaggia di Penna Grossa

BRINDISI – Undici spiagge della provincia di Brindisi vengono premiate con le Bandiere Blu. L’ambito riconoscimento assegnato dalla Fee (Foundation for environmental education) vanno anche quest’anno ai Comuni di Ostuni (Creta rossa, Fontanelle, Pilone, Lido Morelli), Carovigno (Penna Grossa, Pantanagianni, Mezzaluna) e Fasano (Savelletri, Torre Canne, Egnazia, Case Bianche). Per quando riguarda la categoria approdi turistici, il porticciolo Marina di Brindisi conferma la bandiera blu conquistata nel 2017.

sindaci pugliesi-2

Le bandiere (nella foto in alto, i sindaci pugliesi) sono state consegnate stamattina (7 maggio) nel corso di una cerimonia che si è svolta presso la sede del Cnr. Istituito nel 1987, il premio viene assegnato ogni anno in 49 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei, con il supporto e la partecipazione di due agenzie dell’Onu, (l’Unep e la Unwto).  Bandiera Blu è un eco-label volontario assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio. Obiettivo principale di questo programma è quello di indirizzare la politica di gestione locale di numerose località rivierasche, verso un processo di sostenibilità ambientale (in basso, la spiaggia del Pilone).

La spiaggia del Pilone

I criteri

Una spiaggia può ottenere la Bandiera Blu se è ufficialmente designata come area di balneazione a livello nazionale (o internazionale) con almeno un punto di campionamento per le analisi delle acque di balneazione. Il nome e i confini della spiaggia seguono quelli ufficiali nazionali. La spiaggia deve avere i servizi necessari e gli standard in conformità ai criteri Bandiera Blu e rispondere a tutti i requisiti indicati con la lettera I (imperativi) e possibilmente al maggior numero dei requisiti indicati con la lettera G (guida). In ogni località Bandiera Blu, dovrà essere individuato un referente, per trattare le questioni concernenti il Programma. La spiaggia deve essere accessibile per un'ispezione non annunciata, da parte della Fee.

Il porticciolo turistico di Brindisi

Un approdo turistico (in alto, il porticciolo turistico di Brindisi) per ottenere la Bandiera Blu deve essere dotato di pontili e moli per diportisti. Può essere parte di un porto più grande con altre attività, nel caso in cui l'Approdo Turistico sia separato in modo ben definito dalle altre attività del porto. L'approdo può essere situato sia in acque marine che in acque interne. L'approdo deve avere i servizi necessari e gli standard in conformità ai criteri Bandiera Blu e rispondere a tutti i requisiti indicati con la lettera I (imperativi) e possibilmente al maggior numero dei requisiti indicati con la lettera G (guida).

La Puglia guadagna tre bandiere

La Puglia quest’anno porta a casa 14 bandiere, aggiungendone 3 (Peschici, Rodi Garganico e Zapponeta) a quelle dello scorso anno. La Liguria con, 27 località, resta in vetta davanti alla Toscana (19) e alla Campania (18). 

Il sindaco di Ostuni

"Sembrerebbe un risultato scontato e ripetitivo – ha dichiarato il sindaco della Città Bianca, Domenico Coppola –  invece si tratta di un obiettivo di grande rilievo, che comporta il mantenimento di uno standard non di poco conto, basti pensare che per perdere il riconoscimento basterebbe non rispettare uno dei criteri fondamentali per il suo ottenimento, come ad esempio l’abbassamento della percentuale di raccolta differenziata".

Bandiera blu al sindaco Coppola-2

"Detto questo, il mio ringraziamento sentito va all’ufficio Ambiente con tutti coloro che hanno contribuito a questo importante risultato: su tutti il dirigente del settore, l’ingegnere Federico Ciraci e l’assessore all’Ambiente Luigi Nacci. Ma il ringraziamento più grande – conclude Coppola –  lo rivolgo all’intera comunità ostunese; è senz’altro il suo comportamento virtuoso l’elemento imprescindibile per raggiungere questo come altri ambiti traguardi. Per il 24° anno consecutivo, il quarto della mia amministrazione, la Bandiera Blu della Fee continuerà a sventolare su Palazzo di Città e su LidoMorelli, Pilone, Fontanelle e Creta Rossa, le 4 spiagge del nostro litorale che hanno ottenuto tale riconoscimento".

Il presidente Emiliano

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano si complimenta con i sindaci di Rodi Garganico, di Peschici e di Zapponeta "per aver Michele Emiliano-7fatto raggiungere alle rispettive comunità e all’intera regione questo importante riconoscimento che, come sapete, premia non soltanto la qualità del nostro mare, ma anche la qualità dell’ambiente e dei servizi collegati al turismo balneare".

"E voglio far giungere anche alle altre undici amministrazioni locali - prosegue il governatore - il mio apprezzamento per il lavoro svolto per mantenere tali riconoscimenti anche nel 2018. Margherita di Savoia con le sue saline, la splendida Polignano, unica Bandiera Blu in provincia di Bari, e poi Fasano, Ostuni e Carovigno nella provincia di Brindisi; Castellaneta e Ginosa nel tarantino e poi le marine di Melendugno, Otranto, Castro e Salve nel Salento. La Puglia è uno scrigno di bellezza, un luogo magico che coniuga passato e futuro e dove il viaggiatore può cogliere emozioni speciali, scoprire un mare d'incanto e territori stupendi”.

“C’è ancora molta strada da fare. Il mare di Puglia – ha concluso Emiliano – è tutto bello. Occorre però che tutte le Amministrazioni locali, insieme ai singoli cittadini, lavorino quotidianamente, ognuno per quello che gli compete, affinché si riesca a fare della bellezza dei nostri luoghi la chiave per riaprire il futuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz dei carabinieri contro la Scu: 37 arresti per droga, armi ed estorsioni

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Cellino, nuovo boato nella notte: bomba carta fatta esplodere per strada

  • Operazione Synedrium: i pizzini, le armi e il ruolo delle donne

  • Furto di trattore si conclude con inseguimento, incidente e arresto

  • Synedrium: “Estorsioni anche agli ambulanti del mercato di Sant’Elia”

Torna su
BrindisiReport è in caricamento