Presentato in questura il concorso su legalità e amicizia rivolto agli studenti

Promosso da Polizia di Stato, Provveditorato agli studi e Confindustria. I vincitori potranno usufruire di un contributo economico che metterà a disposizione Confindustria Brindisi

Da sinistra: Giuseppina Lotito, Provveditorato agli Studi, Ferdinando Rossi, Questore di Brindisi, Patrick Marcucci, presidente Confindustria Brindisi

BRINDISI - Polizia di Stato, Provveditorato agli studi e Confindustria: sono stati presentati questa mattina, 3 dicembre, nella sala riunione “Petri Emanuele” della Questura di Brindisi, i concorsi “L’amicizia è una cosa vera” e “L’amicizia è una cosa seria” rivolti agli alunni della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e di secondo grado.

I concorsi, finalizzati alla promozione della cultura della legalità, rientrano nel più ampio progetto “Pretendiamo la legalità, a scuola con il Commissario Mascherpa” promosso dalla Polizia di Stato per il terzo anno consecutivo in collaborazione con il Miur.

“Parliamo di tematiche molto importanti. E i vincitori potranno usufruire di un contributo economico che metterà a disposizione Confindustria Brindisi. Inoltre, i vincitori che saranno giudicati da una commissione da me presieduta, potranno accedere alla fase del concorso nazionale” esordisce il Questore Ferdinando Rossi ringraziando il presidente Patrick Marcucci, orgoglioso di essere il presidente di Confindustria Brindisi sempre molto attenta al sociale e a trasferire i principi ispiratori della legalità nella società.

“Dobbiamo cercare di incentivare il percorso di legalità e dare un contributo da parte del privato alle scuole e ai ragazzi che hanno più bisogno. L’impegno di oggi con la responsabile del Provveditorato agli studi, Giuseppina Lotito, cercherò di portare avanti un percorso, di dare qualcosa di concreto con la collaborazione del privato che interviene nel pubblico” conclude il Questore Rossi.

“Ringrazio il Questore Rossi che ci sta dando la possibilità di partecipare al progetto. Confindustria darà il massimo ai ragazzi, anche perché il tema della legalità lo abbiamo sempre affrontato in passato con altre attività, “Corretti e non corrotti” con il prefetto Valerio Valenti – commenta Patrick Marcucci, presidente di Confindustria. Questo progetto permette di contribuire in maniera più tangibile al percorso formativo dei nostri ragazzi” conclude Marcucci.

Da sinistra, Giuseppina Lotito. Ferdinando Rossi e Patrick Marcucci (2)-3

Il progetto

Il progetto, articolato in una fase teorica e una pratica, prevede la partecipazione degli studenti a incontri con funzionari e operatori della Questura, volti a stimolare l’importanza della legalità e della sicurezza e, successivamente, in un vero e proprio concorso.

Il concorso, per i ragazzi della scuola primaria, consiste nell’approfondire la tematica “L’amicizia è una cosa vera”, mentre per gli studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado (dal primo al quinto anno), sarà richiesta la stesura sul tema “L’amicizia è una cosa seria”.

“Ringrazio il Questore che ha voluto coinvolgere la provincia di Brindisi nel concorso e nella formazione dei nostri ragazzi, un progetto su cui dobbiamo investire di più. Il tema dell’ amicizia e il rispetto sono la cosa più importante nella reciprocità tra pari” commenta Giuseppina Lotito del Provveditorato agli studi.

Si tratta di investire sulla relazione più vera possibile piuttosto che in quella mediata dai social network. C’è bisogno di un rapporto quotidiano di miglioramento e il territorio di Brindisi, così caloroso e accogliente, è in grado di farlo. Buon lavoro a tutti noi” conclude la dottoressa Lotito.

I lavori prodotti dagli studenti concorreranno nella varie categorie di opere letterarie, arti figurative con tecniche varie, graphic novel e video. Gli elaborati saranno giudicati da una commissione presieduta dal Questore Ferdinando Rossi, e composta da alcuni rappresentanti degli organi di informazione e di Confindustria, docenti, presidi, tra cui la dirigente scolastica Rita Ortenzia De Vito, e dovranno essere presentati entro il 2 marzo 2020.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I vincitori che saranno valutati circa i parametri di efficacia e pertinenza nella rappresentazione del tema, creatività e originalità di espressione, superamento degli stereotipi, impegno, della fantasia e delle qualità formali, riceveranno il premio durante la celebrazione della festa della Polizia di Stato che si svolgerà il 10 aprile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Altri sette casi positivi nel Brindisino sui 10 registrati in Puglia

  • Altri sei contagi e due morti nel Brindisino. Dati in calo nel resto della Puglia

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Benzinai rapinati all'alba: in azione banditi armati di pistola e accetta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento