Fuoco in zona industriale, città nel fumo

BRINDISI – Ore 15,30. A Brindisi qualcuno comincia a chiedersi se l’incendio del deposito di rifiuti speciali ex Alfa Edile stia nuovamente divampando. Dalla zona industriale arrivano dense spirali di fumo che lo scirocco a 13 nodi sposta rapidamente prima su Punto Franco, poi sul Seno di Levante fino al centro della città. Ma l’origine non è quella. Come alcune settimane fa, Brindisi oggi è nuovamente assediata dagli incendi di erbe secche, macchia, alberi. Brucia tutto, e se non è dolo è negligenza. Ma potrebbe essere dolo, per sfiancare i vigili del fuoco e il debole sistema-Brindisi dove non si riesce a fare prevenzione contro il fuoco. A bruciare è il vasto tratto di terreni dell’Asi tra viale Enrico Fermi e lo stabilimento della Sfir.