Tu bonifichi, io scarico

BRINDISI - Si è certi che tutti gli scarichi nel Seno di Ponente siano chiusi? A giudicare da quanto si nota passando dall'attraversamento pedonale della foce del Cillarese, non si direbbe. Qualcosa immette ancora reflui nella foce del canale, e da lì nel porto. Sono solo immissioni di acqua piovana? Ma ieri non pioveva. E di che si tratta, allora. Da quale degli insediamenti circostanti proviene lo scarico (ma sembra siano due, in realtà).

Lo scarico nascosto alla foce del canale Cillarese

BRINDISI - Si è certi che tutti gli scarichi nel Seno di Ponente siano chiusi? A giudicare da quanto si nota passando dall'attraversamento pedonale della foce del Cillarese, non si direbbe. Qualcosa immette ancora reflui nella foce del canale, e da lì nel porto. Sono solo immissioni di acqua piovana? Ma ieri non pioveva. E di che si tratta, allora. Da quale degli insediamenti circostanti proviene lo scarico (ma sembra siano due, in realtà).

Bisognerebbe darci un'occhiata. Non siamo ai livelli di un decennio addietro, ma non importa: visto che si stanno spendendo oltre 30 milioni di euro per dragare almeno lo strato superficiale dei fanghi di fondale nel Seno di Ponente spendendo una trentina di milioni di euro per lo stralcio sino al Villaggio Pescatori, perchè alle spalle della bonifica qualcuno deve ricominciare a scaricare nel porto? Meglio accertare subito cosa sta accadendo, e se c'è un responsabile, procedere secondo la legge.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Aereo ultraleggero si schianta nel Leccese: due brindisini in Rianimazione

    • Cronaca

      Minacce e offese al carabiniere sotto inchiesta per la morte di Cucchi: 31 indagati

    • Cronaca

      Centinaia di autotrasportatori bloccati a Costa Morena, senza assistenza

    • Cronaca

      Tre banditi irrompono in un'area di servizio: preso il registratore di cassa

    I più letti della settimana

        Torna su
        BrindisiReport è in caricamento