Ceglie rende omaggio al suo nuotatore e neo campione regionale, Vito Urso

Domenica speciale per Vito Urso, nuotatore di Ceglie Messapica e campione regionale, omaggiato nel week end appena trascorso dalla Nuova Pallacanestro Ceglie 2001 durante la pausa lunga del match del campionato di "Serie D Regionale"

CEGLIE MESSAPICA - Domenica speciale per Vito Urso, nuotatore di Ceglie Messapica, omaggiato nel week end appena trascorso dalla Nuova Pallacanestro Ceglie 2001 durante la pausa lunga del match del campionato di "Serie D Regionale" che, per onor di cronaca, ha visto la squadra messapica vincere con il punteggio di 84-64 contro il Basket Calimera. 

Tanti applausi di stima e affetto sono piovuti dagli spalti del Palasport 2006 per l'atleta cegliese classe 1995 che, tra sabato 9 aprile e domenica 10, ha conquistato ben quattro medaglie d'oro e due d'argento confermandosi campione regionale assoluto di nuoto arricchendo così il suo palmares già copioso di riconoscimenti. 

Importanti sono state le parole di Vito Urso rivolte soprattutto ai più giovani su quello che è il lavoro minuzioso fatto di impegno e sacrifici che bisognerebbe applicare in ogni contesto per giungere a risultati sempre più grandi. La Società della Nuova Pallacanestro Ceglie 2001 ha espresso la sua massima soddisfazione nel poter premiare di fronte al proprio pubblico un ragazzo che ad oggi rappresenta uno dei fiori all'occhiello dello sport della città di Ceglie Messapica e che sicuramente merita tanta attenzione per il grande lustro che conferisce all'intera panorama cittadino. A Vito Urso i più sentiti auguri per l'ennesimo traguardo raggiunto e i migliori auspici per una carriera costellata da successi memorabili fonte di orgoglio per tutti gli sportivi della nostra città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questo contesto un plauso va anche alla Nuova Pallacanestro Ceglie 2001 che, con questo premio assegnato a Vito Urso, lancia un bel segnale a tutti. Perchè, non dimentichiamoci, che il ragazzo premiato fa parte di un'altra disciplina sportiva che con il basket non ha niente a che fare. Questo a dimostrazione che quando un giovane cegliese compie un'impresa sportiva, bisogna incoraggiarlo, sostenerlo e soprattuto incentivarlo ad andare avanti, alla ricerca di nuovi stimoli e se vogliamo anche alla conquista di nuove medaglie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavori agricoli, arriva il sì dalla Regione: "attività indifferibili"

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Paziente muore in ambulanza. Sgomberata Pneumologia

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

  • Scu, si è suicidato il pentito Sandro Campana: accusò il fratello Francesco

  • Coronavirus: muore un ragioniere, Carovigno piange un'altra vittima

Torna su
BrindisiReport è in caricamento