Ginnastica ritmica: Carla Maghelli sul tetto d'Italia

L'atleta brindisina dell'Asd Relevé, a 12 anni, fra le file dell’Iris Giovinazzo, ha trionfato a Desio

BRINDISI - Il primo titolo italiano che porta il nome di Carla Maghelli è entrato ufficialmente in casa Enel relevé Ritmica Brindisi. Carla Maghelli, a soli 12 anni, ha guidato la squadra dell’Iris Giovinazzo alla conquista del titolo nazionale sfoderando esecuzioni di elevato contenuto tecnico, unanimamente apprezzate dalla giuria nazionale.

Grande soddisfazione per la Asd. Enel Relevé Ritmica Brindisi che vede realizzato un sogno a cui hanno contribuito diversi fattori: la determinazione della ginnasta, il suo indubbio talento, la sua perseveranza, ma anche un ambiente allenante che ha accompagnato la crescita di Carla in ogni suo aspetto.

Da sottolineare la completa disponibilità delle sue insegnanti (scuola media Giulio Cesare) che hanno sempre consentito a Carla un percorso di studi compatibile con i suoi numerosi impegni agonistici nazionali ed internazionali. Carla Maghelli infatti, in preparazione di questa finale nazionale svoltasi a Desio (Milano) aveva esordito nel penultimo weekend a Lubiana (Slovenia) ad un torneo internazionale in cui aveva primeggiato in tutte le specialità (palla, clavette e nastro).

Questa finale nazionale, svoltasi nell’accademia nazionale della ginnastica ritmica di Desio, ha visto come protagoniste anche la squadra della Relevè Allieve Gold 3 composta da Yasmime De Vincentis, Annasara Zecca e Federica Ferrara che si sono fermate ad un solo passo dalla finalissima. Una squadra giovanissima che Silvia Lapomarda sta costruendo con una graduale programmazione che sicuramente darà ottime soddisfazioni visto gli ampi margini di miglioramento ancora disponibili.

Un appello infine che la professoressa Silvia Lapomarda, guida tecnica di queste giovani ginnaste, intende fare all’amministrazione comunale immaginando che anche lo sviluppo di questa disciplina sportiva non veda costrette queste giovani ad emigrare per poter fruire di strutture più adeguate per la pratica della ginnastica ritmica

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ultimo saluto a "Donna Jolanda" tra lacrime e lunghi applausi

  • Morta la mamma di Albano Carrisi, la sua "origine del mondo"

  • I fratelli Gargarelli di Brindisi conquistano la finale di Tu sì que vales

  • Ciao Grazia, mamma coraggiosa: borsa di studio per i suoi due bimbi

  • Assalto armato al bar: un cliente dà l’allarme, banditi subito circondati

  • Bomba, sindaco firma ordinanza per evacuazione: denuncia per chi resta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento