Super Coppa 2019: il PalaFlorio di Bari fra le possibili proposte

La Happy Casa parteciperà alla manifestazione in programma nel prossimo settembre, con Cremona e le due finaliste del campionato. La Legabasket pensa ad una sede del Sud 

Il Palaflorio di Bari

BRINDISI - Con l’aggiudicazione del secondo posto nella Final Eight 2019 di Firenze, la Happy Casa Brindisi ha acquisito il diritto di partecipare alla Super Coppa 2019 che si svolgerà il 21 e 22 settembre prossimo, insieme a Vanoli Cremona e con le due finaliste dei play off scudetto. La Legabasket avrebbe manifestato l’opportunità di scendere e di scegliere una sede al Sud anche per la presenza della squadra brindisina. La scelta non poteva essere certamente il PalaPentassuglia, considerata la inadeguata capienza dell’impianto di contrada Masseriola (meno di 3 mila e 500 spettatori), la scarsa offerta di servizi, le precarie condizioni delle strade di accesso completamente al buio, e la mancanza di parcheggi. 

Il PalaFlorio soluzione ideale per la Happy Casa

L'alternativa possibile per una eventuale sede del Sud non può che essere il PalaFlorio di Bari, considerata la giusta capienza dell’impianto (può arrivare fino a 6 mila posti) e soprattutto la vicinanza con la città di Brindisi, che consentirebbe la partecipazione in massa della tifoseria brindisina, per una volta non costretta a lunghi viaggi e spese rilevanti per sostenere la propria squadra. 

Bari potrebbe essere la migliore soluzione per Happy Casa, e la città perderebbe una ulteriore occasione favorevole per ospitare un evento di livello nazionale incoraggiata dal fenomeno basket, da sempre ignorato dagli amministratori ed in attesa di notizie certe per la costruzione di un Palaeventi dignitoso, in linea con i successi della squadra e con i sacrifici della società e dei tifosi. 

Final Eight 2019/20. La Legabasket pensa in grande

Ma il presidente della Legabasket Egidio Bianchi, sostenuto dalla sponsor PostPay, non ha neppure escluso che la prossima edizione della Coppa Italia 2019/20 possa disputarsi in una sede diversa da Firenze, sulla base dei risultati straordinari ottenuti in termini di presenze e di incassi. 

Le tre serate in programma hanno fatto registrare la presenza di circa 22 mila spettatori, con un incremento del 6% in più rispetto alla scorsa edizione e con maggiori incassi del 10%, e su questi dati ha sicuramente inciso in maniera determinante la partecipazione dei tifosi brindisini, presenti in gran numero fin dalla prima giornata ed in più di 2 mila alla finale con Cremona.

Le sedi di Pesaro, Roma e Milano alternative a Firenze?

Questa crescita della manifestazione ha suggerito al presidente Egidio Bianchi di aprire nuove prospettive per la prossima edizione e, pur rimarcando la perfetta organizzazione del Mandela Forum, ha lasciato intravedere la possibilità di indirizzare la scelta verso una nuova sede con impianti adeguati ad ospitare il maggiore numero possibile di spettatori. Ed in questo caso non sarebbe difficile individuare nel “Vitrifrigo Arena” di Pesaro, nel PalaEur di Roma e nel Forum di Assago gli unici impianti che possano garantire la massima capienza per un evento in forte crescita per interesse e partecipazione qual è da considerare la Coppa Italia edizione 2019/20.

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Falsi amici: gli alimenti che mangi per dimagrire, invece fanno ingrassare

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla superstrada: camionista travolto e ucciso da un'auto

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Pulmino si schianta contro un albero: feriti sette braccianti, due sono gravi

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

  • La Polstrada recupera auto rubata dopo un inseguimento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento