Nuove nomine nelle parrocchie: le decisioni della diocesi Brindisi-Ostuni

Girandola di avvicendamenti fra i sacerdoti. Nuova parrocchia a Ostuni. Don Cosimo Zecca lascia la chiesa di San Nicola

Piazza Duomo

BRINDISI – Girandola di avvicendamenti fra i sacerdoti dell’arcidiocesi di Brinsisi-Ostuni, che apre una nuova parrocchia, sotto il titolo di Santa Famiglia, a Ostuni. La chiesa, sorta nei pressi della strada statale 16 per Carovigno, è stata affidata a don Maurizio Caliandro. 

Per ragioni di età, don Enzo Sozzi conclude il suo lungo e fedele servizio nella parrocchia rurale di S.Maria V. del Monte Carmelo, Ostuni. A lui subentra come amministratore parrocchiale il sacerdote Franco Maldarella. Don Enzo resta come collaboratore parrocchiale nella comunità di S.Luigi, a Ostuni.

Don Giuseppe Nigro per ragioni di salute ha rinunziato all’ufficio di parroco di S.Rita in S.Vito dei Normanni. La suddetta parrocchia viene affidata a don Giuseppe Grassi. Don Giuseppe diviene direttore diocesano dell’Apostolato della Preghiera e collaboratore della parrocchia di S.Michele Salentino.

Il sacerdote Cosimo Zecca viene nominato parroco di S.MariaAssunta, a Guagnano; a lui subentra, come parroco di S.Nicola in Brindisi, il sac. Alessandro D’Agostino, mentre la parrocchia di S.Pio da Pietrelcina, a Mesagne, viene affidata al sacerdote Luciano Chetta.

Il sacerdote Giovanni Prete è nominato parroco della “Regina degli Apostoli” di Brindisi, con l’incarico di avviare la costruzione della nuova chiesa. Don Marco Candeloro, già amministratore parrocchiale della SS.Annunziata, a Ostuni, ne diviene parroco; così pure il  sacerdote Luca D’Agnano, già amministratore parrocchiale della parrocchia di Cellino S.Marco, ne diviene parroco. Il sacerdote Tony Mameli è nominato amministratore parrocchiale della parrocchia di S.Pietro, a Carovigno.

Tenendo conto delle Linee guida per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili  recentemente approvate dalla Conferenza Episcopale Italiana, don Giuseppe Pendinelli è stato nominato referente diocesano per la tutela dei minori. Don Aldo Scalera, invece, è stato nominato incaricato diocesano per le comunicazioni sociali.

Infine monsignor Giuseppe Laghezza, conservando l’incarico di direttore dell’ufficio Missionario, diviene collaboratore parrocchiale della chiesa madre di S.Vito dei Normanni. Don Nino Lanzilotto, conservando l’incarico di cappellano del carcere, diventa collaboratore parrocchiale della parrocchia S.Lorenzo da Brindisi,  a Brindisi. 

E poi don Sergio Vergari è inviato come collaboratore parrocchiale alla comunità di S.Nicola, a Brindisi; don Valerio Marcucci, rientrato da Roma, diviene collaboratore parrocchiale della chiesa madre di Carovigno, vice delegato per la Pastorale della Salute e incaricato per il Cvs nella diocesi. 

Don Salvatore Centonze, cappellano del Focolare, a Brindisi; don Cosimo Rolli, cappellano delle Suore Antoniane e Francescane in Leverano; don Luca De Feo, collaboratore della parrocchia Madonna del Pozzo, a Ostuni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, App di un brindisino emigrato a Londra dopo la laurea

  • Scontro fra auto e bici: muore infermiera, un arresto per omicidio stradale

  • Bomba, centro commerciale Le Colonne: il 15 dicembre apertura anticipata

  • Bomba: le direttive sull'evacuazione e l'elenco aggiornato delle vie

  • Ospedale Perrino, l'oncologa Palma Fedele premiata per empatia con le pazienti

  • Bombe, Torino: evacuati in 10mila. Il 15 dicembre toccherà ai brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento