Cobas, salvare i lavoratori della Sanitaservice: domani l'assemblea

Il sindacato è impegnato da tempo nel risolvere la questione dell'esternalizzazione dei servizi con la conseguenza uscita dei 300 lavoratori della ditta

BRINDISI - E' stata convocata per domani, venerdì 24 luglio, dalle 11 alle 12, presso la sala mensa dell'ospedale Perrino, l'assemblea di tutti i lavoratori della Sanitaservice organizzata dal sindacato Cobas, durante la quale saranno rese note le risultanze della riunione che si è tenuta a Bari alcuni giorni fa sulla delicata questione della esternalizzazione dei servizi che manderebbe a casa 300 operatori delle pulizie della ditta, a seguito di una sentenza del consiglio di Stato. 

"I risultati della riunione di Bari sono completamente negativi - spiega Roberto Aprile, segretario territoriale Cobas - poichè la Regione afferma che non è possibile evitare in nessun modo l' applicazione della sentenza del consiglio di Stato. Come sindacato avevamo proposto l’accorpamento dei servizi di ausiliariato e pulizie, oggi separati, che di fatto avrebbe reso inutile l’applicazione della sentenza. Solo a Brindisi i due servizi sono separati a seguito di una grande inchiesta giudiziaria. La Regione ha affermato nel corso della riunione che se la sentenza non venisse applicata ci sono purtroppo denunce di carattere penale per i dirigenti Asl e Sanitaservice".

La soluzione avanzata dalla Regione, secondo quanto sarebbe emerso dalla riunione, potrebbe prevedere un accordo che vede, alla scadenza dell'appalto di un anno, l'inserimento delle attività di pulizia all'interno della Sanitaservice, rinunciando però da subito alla possibilità di applicare un anno aggiuntivo e l'eventuale proroga di sei mesi. "E' un accordo che il Cobas non firmerà per questioni di principio - conclude Aprile - ci attendiamo una rivolta di tutto il personale per andare a Bari a presidiare la Regione con determinazione per evitare questa decisione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento